MonkeyBit

TUF Gaming H3

TUF Gaming H3 Recensione delle cuffie entry level di ASUS

Per giocare abbiamo bisogno di una piattaforma, che sia una console o un PC, un input rappresentato dalla combo tastiera e mouse o da un controller, un output visivo e sonoro quali sono monitor e altoparlanti. Nel setup di base per godersi un videogioco le cuffie non sono mai effettivamente rientrate nella categoria dei dispositivi necessariamente da avere. Tuttavia, l’utilizzo di un headset permette di elevare molto l’immersività nel gioco, aiutando l’utente ad avere una maggiore consapevolezza del mondo virtuale in cui si trova, riducendo molto le distrazioni esterne. Per fare un esempio, personalmente troverei molto difficile giocare a un ipotetico Destiny 2 o un Call of Duty Warzone senza le mie fidate cuffie, dato che potrei essere costantemente interrotto dalle grida dei bambini o dagli abbai dei cani dei vicini alle 4 di notte. In qualche modo, infatti, gli headset ci permettono di godere ancor di più quei titoli che vogliamo giocare senza avere problemi. La versatilità delle cuffie, collegabili tramite cavo o via wireless a controller o PC, è un ulteriore segno dell’affermazione di questa tipologia di device tra i must del videogiocatore.

“Le TUF Gaming H3 sono probabilmente tra le migliori cuffie entry level presenti sul mercato finora”

La scelta dell’headset da acquistare è una delle più difficili che potremmo mai dover prendere: prezzo, qualità degli altoparlanti, del microfono, dei bassi, degli alti, dei materiali; sono davvero tantissimi i parametri che dobbiamo sempre tenere in considerazione. Tuttavia, le TUF Gaming H3 sono probabilmente tra le migliori cuffie entry level presenti sul mercato finora dato che, a nostro avviso, rappresentano un ottimo rapporto qualità-prezzo. Infatti, su Amazon si trovano a un prezzo che varia dai 50 ai 60 euro, mirando così questo prodotto ad un target che vuole godersi un ottimo paio di headset senza dover aprire un mutuo.

Ci sono davvero molti punti a favore delle TUF Gaming H3, ma il più grande pregio è sicuramente la qualità dei materiali: la struttura è di una plastica molto resistente e di metallo, con i cuscinetti per le orecchie e per la testa completamente in pelle. I materiali scelti sono ottimi per la tipologia di prodotto e per l’uso che ne verrà poi fatto. Amiamo come ASUS voglia continuare a proporre la pelle nei suoi dispositivi, con risultato delle sessioni di gaming molto più piacevoli e confortevoli. Inoltre, ci teniamo a sottolineare come le dimensioni e il peso contenuti riescano a rendere le TUF Gaming H3 delle cuffie comunque comode da portare con sé e da indossare. Ad avvantaggiare questo fattore c’è anche un’ottima flessibilità, che le rende più difficili da rompere con il tempo.

TUF Gaming H3

Un altro punto a favore è la presenza di una rotella per alzare o abbassare il volume, così come di un pulsante per attivare o disattivare il microfono, montati direttamente dietro le TUF Gaming H3. Una scelta che apprezziamo, dato che molti altri headset posizionano questi tasti sul cavo, il ché li rende spesso difficili da trovare velocemente. Sempre parlando del cavo, peraltro, va fatta notare la buona lunghezza di più di un metro, più un’estensione della stessa misura che divide il singolo connettore in due diversi, rispettivamente per il microfono e le cuffie. Non capiamo, però, perché ASUS ha deciso di realizzare il cavo principale in gomma, mentre quello dell’estensione è rivestito in nylon. Non si poteva fare lo stesso per entrambi?

Specifiche tecniche

  • Risposta frequenza: 20 – 20,000 Hz
  • Connettori: 3.5 mm
  • Impedenza nominale: 32 Ohms
  • Driver: 50 mm
  • Peso: 294 grammi

La qualità audio che offrono è senza dubbio soddisfacente. L’audio in uscita non è pulito come ci si aspetterebbe e alcuni suoni potrebbero non essere ben distinti. Tuttavia, grazie anche a un connettore jack 3.5mm e una risposta della frequenza da 20 – 20,000 Hz, le TUF Gaming H3 riescono comunque a godere di buoni livelli di alti e bassi. A far storcere il naso è il microfono, perpetuamente attaccato alle cuffie, rivestito di una spirale di metallo che ne rinforza la struttura, che fa capire sin da subito che sarà il vostro peggior nemico.

TUF Gaming H3

Se già l’impossibilità di staccarlo dall’headset era un grande difetto, la qualità stessa del microfono fa davvero rabbrividire. Le nostre aspettative non potevano essere alte per questa fascia di prezzo, certo, ma ci aspettavamo un audio in ingresso qualitativamente accettabile. Quello che hanno le TUF Gaming H3 è invece un microfono che non ci sentiremo mai di utilizzare per parlare con i nostri amici su Discord (ed è un prodotto certificato) o per comunicare durante una partita. L’utente deve effettuare molte modifiche all’audio prima di poter utilizzare questo microfono senza problemi, anche scaricando programmi di terze parti per migliorarne la qualità.

L’audio non è il massimo e il microfono ci chiede di porre fine alle sue sofferenze, è vero, ma le TUF Gaming H3 restano comunque una validissima scelta per questa fascia di prezzo. Vi diremo di più, ci è capitato di provare headset che costano di più ma che, device alla mano, sono risultate essere ampiamente peggiori. Proprio per questo motivo, perché non dovremmo scegliere queste cuffie? Ricordiamo ai lettori che su MonkeyBit trovate già molte altre recensioni di prodotti ASUS come la tastiera TUF Gaming K7, il mouse ROG Strix Impact II, il monitor da 43 pollici ROG Strix XG438Q o i router RT-AX92U.

TUF Gaming K7 Recensione

 

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab