MonkeyBit

Nintendo

Top 10 i giochi più rari di Nintendo

Nintendo ha rivoluzionato la propria offerta videoludica proponendo esperienze ben differenti tra di loro. Oggi, noi di MonkeyBit vogliamo stilare una Top 10 dei giochi più rari e affascinanti pubblicati negli ultimi anni dalla stessa compagnia nipponica, analizzando laddove è possibile, con nostri pareri su una riproposizione di determinati titoli su Nintendo Switch.

Nel corso degli ultimi anni, la compagnia nipponica ha pubblicato una serie di produzioni di inestimabile qualità, che hanno consolidato definitivamente Nintendo Switch come una delle migliori console mai create dalla stessa azienda. Uno dei di punti forza è senz’altro la presenza di produzioni esclusive, che fidelizzano al massimo il cliente, con esperienze degne di nota.

Nintendo Switch è un successo anche in termine di vendite, e in occasione dell’ultima assemblea finanziaria, la stessa Nintendo ha dichiarato di aver superato 100 milioni di console vendute in tutto il mondo, dal lancio avvenuto a marzo del 2017. Una marcia inarrestabile, che può contare anche sulla presenza dei leggendari franchise della casa nipponica, che continuano ad essere parte fondamentale dell’offerta.

Super Mario 64

“Dove tutto ebbe inizio”

Sono passati ormai 35 anni, quando la console Nintendo Entertainment System venne rilasciata nel lontano 1987 in Europa, e da allora è stata una crescita continua, fatta di esperienze indimenticabili, alternate con un buon grado di sfida, frutto della qualità messa in campo dai team di sviluppo in qualsiasi gioco esclusivo.

In questo caso, come precedentemente detto, grazie a questo editoriale vogliamo selezionare la Top 10 dei titoli più rari di questa magnifica azienda, che sono:

  1. Super Mario 64 (Nintendo 64)
  2. The Legend of Zelda: A Link to the Past (Super Nintendo)
  3. Star Fox (Super Nintendo)
  4. The Legend of Zelda: Ocarina of Time (Nintendo 64)
  5. The Legend of Zelda: Majora’s Mask (Nintendo 64)
  6. Metroid (Nintendo Entertainment System)
  7. Super Mario Bros. 3 (Nintendo Entertainment System)
  8. Super Mario Bros. (Nintendo Entertainment System)
  9. Donkey Kong Country (Super Nintendo)
  10. EarthBound (Super Nintendo)

Naturalmente a questa seleziona manca una notevole serie di titoli, che insieme a tutte queste produzioni ad oggi sono decisamente difficili da reperire in formato fisico per le loro relative console. Oltre ad una mancanza di reperibilità, il costo esoso che alcuni titoli hanno mina in generale la possibilità di acquistare le suddette produzioni, un vero e proprio peccato per coloro che vorrebbero recuperare vecchi classici.

Tra questi appena citati, vi ricordiamo che molte sono disponibile su Nintendo Switch, grazie al servizio in abbonamento del Nintendo Switch Online, che permette di giocare ad una vasta libreria di titoli del Nintendo Entertainment System e Super Nintendo. Da alcuni mesi inoltre è stato aggiunto con una sottoscrizione differente anche la possibilità di usufruire di vecchie glorie del Nintendo 64.

Dal nostro punto di vista molti titoli del passato di Nintendo sarebbero da portare assolutamente sulla console ibrida nipponica, magari sfruttando al meglio la possibilità di rifarli completamente da zero realizzando alcuni remake, che senz’altro farebbero breccia nel cuore di tutti gli appassionati.

The Legend of Zelda A Link to the Past

“Rinnovamento grafico che si fonde con remake di pura qualità”

Alcuni anni fa, precisamente il 20 settembre del 2019, venne pubblicato un interessante remake di The Legend of Zelda: Link’s Awakening su Nintendo Switch. Link’s Awakening è l’omonimo gioco del 1993 rilasciato sul leggendario Game Boy. Tale progetto mantiene la prospettiva e le caratteristiche della release originale, insieme agli elementi della riedizione del 1998 Link’s Awakening DX, che tanto avevano convinto all’epoca.

Tanti progetti che danno un’idea chiara e ben delineata su quello che bisogna fare nel futuro, ovvero produrre esperienze inedite ma allo stesso tempo non dimenticare assolutamente il glorioso passato. Tra i vari progetti, citiamo anche la collection di Super Mario 3D All-Stars, che è stata pubblicata per un periodo limitato in occasione dei festeggiamenti del 35° anniversario di Super Mario Bros.

Questa particolare release includeva Super Mario 64, Super Mario Sunshine e Super Mario Galaxy, ottimizzati per Nintendo Switch. Una piacevole sorpresa, con alcune sbavature visto che non comprendeva alcun miglioramento se non i classici rinnovamenti sul lato prettamente di pulizia grafica. Nel complesso comunque a nostro avviso era un’edizione da non perdere assolutamente.

Non ci resta che attendere le prossime mosse fatte da Nintendo, con la speranza che non abbandoni del tutto l’universo dei remake, visto che ha già dimostrato in passato la qualità dei suoi team di sviluppo, nel confezionare rinnovamenti grafici non andando a intaccare l’originalità dei progetti.

Noi di MonkeyBit vi invitiamo a rimanere sintonizzati sul nostro sito per non perdere eventuali aggiornamenti dal magico mondo videoludico, con contenuti sempre nuovi, e tanto materiale inedito realizzato appositamente per voi in vista delle grandi uscite in arrivo nei prossimi mesi dell’anno su tutte le principali piattaforme in commercio.

Comments

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.