MonkeyBit

The Elder Scrolls Online

The Elder Scrolls Online: Flames of Ambitions Recensione

The Elder Scrolls Online: Flames of Ambitions è il contenuto aggiuntivo che dà inizio al nuovo filone narrativo di Gates of Oblivion. Questo DLC, uscito con l’update 29 da parte di Zenimax Studios, introduce ben due nuovi dungeon che fanno da prologo all’imminente espansione Blackwood. Le quest che ci verranno presentate ci porteranno in due luoghi dove si pratica un culto daedrico, che diventerà ben più minaccioso di quelli che abbiamo già incontrato in precedenza. I posti in questione sono Black Drake Villa e The Cauldron, il cui svolgimento è sempre lo stesso: entrare, massacrare tutti i nemici e battere il boss per fermarli. Andiamo a vedere più nel dettaglio i dungeon proposti:

The Elder Scrolls Online

The Elder Scrolls Online: analisi del dungeon Black Drake Villa

Questo è a nostro parere il migliore dei due dungeon messi a disposizioni con questa espansione. La villa è enorme e piena di segreti che solo coloro che decideranno di esplorarla a fondo potranno trovare. Tra questi c’è l’oggetto che dobbiamo recuperare per la quest che ci viene data da un’elfa di nome Eveli, che abbiamo già incontrato ad Orsinium. In generale, a livello di difficoltà è molto semplice, niente di impossibile da completare con un buon team e ovviamente con il pre-requisito del livello 45. La cosa particolare di questo complesso è che ci sono alcuni boss segreti opzionali che possono essere sbloccati tramite diversi enigmi all’interno della villa. Per la precisione sono tre, ognuno dei quali rilascerà una risorsa particolare che ci servirà per risvegliare il boss segreto che si chiama “Avatar Fragment”. Per il resto è molto semplice e veloce, visivamente molto appagante a causa della sfarzosità e la bellezza del complesso. L’unica piccola pecca è che si discosta dall’ambientazione che ci hanno mostrato.

The Elder Scrolls Online

Ma andiamo alla parte più sostanziosa, le ricompense. In questo luogo è possibile trovare il Kinra’s Wrath, un set stamina che offre un buff cumulabile per ogni attacco leggero o pesante fino ad un massimo di 5 cariche per 5 secondi. Una volta raggiunto il massimo di queste otterremo un’aura che aumenterà del 10% i nostri danni e del 5% quelli dei nostri alleati nel raggio di 12 metri. Come secondo set invece abbiamo il Drake’s Rush che ha l’effetto simile al precedente con la differenza che l’aura in questione stavolta ha un effetto diverso: ci genererà tre punti ultimate per 1.5 secondi.

The Elder Scrolls Online: analisi del dungeon The Cauldron

The Cauldron invece è molto più spoglio rispetto al precedente dungeon, non presenta alcun tipo di boss segreto e la struttura è molto semplice, lo stesso non si può dire degli scontri però. Infatti se non si è abbastanza forti c’è la possibilità molto alta che sarete eliminati subito. Ovviamente i pre-requisiti sono gli stessi di prima, ovvero il livello 45 ed una squadra abbastanza forte dato che qui bisognerà avere molta vita e poter infliggere molti danni per sopravvivere fino alla fine del dungeon. Qui l’ambientazione è molto meno affascinante di quella precedente: il setting è molto buio con forte presenza del colore rosso, tuttavia è proprio qui che iniziamo a vedere dei luoghi che si avvicinano all’occulto, i daedra e le evocazioni con la magia nera. Ovviamente si tratta di una preferenza che dipende dai punti di vista, dato che a molte persone piacciono le caverne immerse nella lava. La quest che otterremo una volta arrivati qui è di aiutare un personaggio mai visto ma che non ispira per niente fiducia, Lyranth, a causa dei suoi occhi rossi, la sua carnagione verde scuro e i suoi abiti da cultista. La sua missione è di recuperare una runa attualmente in mano ai daedra e sconfiggere il loro capo Mehrunes Dagon.

The Elder Scrolls Online

Il dungeon non presenta boss opzionali come il precedente ma una meccanica nuova che utilizzeremo solamente una volta. Questa consiste nel collegare il boss con un esplosivo usando dell’olio conduttore grazie al quale, quando attaccherà, si farà danno da solo. Il boss finale è molto lineare come combattimento, al contrario, ma è molto difficile da sconfiggere dato che ha un attacco che può uccidere in un sol colpo. Questo però ha molti set che possono droppare: Baron Zaudrus, un monster set che conferisce un buff, dura 10 secondi ogni volta che si infligge uno stato alterato e cumulabile fino a 3 cariche. Una volta raggiunte fornisce quattro cariche della ultimate con un cooldown di 1 secondo. Unleashed Ritualist è un set per i maghi che infligge un marchio ogni volta che si fa danno. Con questo il nemico subisce il 16% dei danni in più dai pet di qualsiasi giocatore, rendendolo utilissimo per gli evocatori o i negromanti. Dagon’s Dominion aggiunge semplicemente danno da arma a tutte le abilità ad area, rendendolo molto utile per pulire le orde. Infine c’è Foolkiller’s Ward, un set prevalentemente per i tank che genera uno scudo che assorbe un totale di 4000 danni diretti per te e i tuoi alleati nel raggio di 18 metri. Una volta esaurito c’è un tempo di caricamento di 30 secondi prima di poterlo riutilizzare di nuovo.

The Elder Scrolls Online: Flames of Ambitions – Un lancio normale ma non col botto

In conclusione, Flames of Ambitions è un’espansione che da l’avvio ad un nuovo arco narrativo per The Elder Scrolls Online ma non ha quel mordente che ci si aspettava. I dungeon sono molto interessanti, uno per la complessità e l’altro per la difficoltà nei combattimenti. Nel complesso abbiamo davanti un normalissimo DLC senza grandissime pretese, soprattutto in quanto a storia, che si presenta molto piatta e basilare. Visivamente i livelli sono molto ben studiati con un level design che strizza l’occhio a varie tipologie di giocatori, ovvero quelli che adorano lo sfarzo con Black Villa e quelli che preferiscono l’occulto, le caverne buie e il colore rosso con The Cauldron. Anche l’aggiornamento che comprende l’inserimento dell’espansione è molto grande visto che ha cambiato molte cose come ad esempio molte passive di quasi tutte le abilità di tutte le classi. Hanno anche introdotto un nuovo sistema di Champion points definito “2.0” che va a sostituire quello che era presente da quando The The Elder Scrolls Online esiste. Sembra anche che semplifica il la disposizione dei punti restringendo i vari alberi abilità cambiandogli anche il nome. E con questo è tutto vi ricordiamo di rimanere sintonizzati su MonkeyBit per news e guide sempre fresche ma soprattutto per essere sempre aggiornati sul mondo dei videogiochi.

The Elder Scrolls Online: Flames of Ambitions
7 / 10 VOTO
PRO
    - Black Villa è molto variegato
    - The Cauldron è una sfida nei combattimenti
    - Visivamente sono entrambi appaganti
CONTRO
    - Storia piatta
    - The Cauldron alcune volte risulta frustrante per la sua difficoltà
    - I segreti di Black Drake Villa non possono essere trovati se non con un gruppo di amici
VOTO

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab