MonkeyBit

Squid Game

Squid Game: un successo meritato o solo un’uscita fortunata?

Nel corso dell’ultima decade, è stato possibile vedere come le produzioni di origine sudcoreana hanno progressivamente iniziato a conquistare un pubblico di appassionati sempre più rilevante. In particolare, k-drama di successo come Crash Landing on You e It’s Okay to Not Be Okay hanno guadagnato un livello di popolarità globale tale da rendere innegabile come la Korean Wave, iniziata negli anni ‘90, sia oggi un fenomeno che coinvolge più che un semplice gruppo di nicchia.

Recentemente, però, l’ultima grande opera del regista e sceneggiatore Hwang Dong-hyuk, Squid Game, è stata in grado di raggiungere nuovi ed inaspettati traguardi, sorprendendo ed emozionando il pubblico e la critica di tutto il mondo. Debuttato per la prima volta sulla piattaforma di Netflix lo scorso mese, l’appassionante survival drama è infatti diventato, in pochissimo tempo, la serie coreana più vista di sempre.

Squid Game

L’enorme successo del titolo è evidentemente dovuto, in gran parte, al lavoro di passa parola tra gli utenti del servizio streaming e all’immenso numero di meme emersi dalla serie televisiva. Superando questi elementi di superficie che valgono per la maggior parte delle produzioni Netflix, è però possibile riconoscere come i novi episodi dell’opera siano in grado di appassionare e coinvolgere gli spettatori grazie alle lorointeressanti peculiarità, le quali si riconoscono sia nella trama che nella sorprendente e surreale estetica dell’art director Chae Kyung-Sun.

D’altro canto, quando si tratta di opere tanto acclamate, è ovvio dare per scontato che queste abbiano una sceneggiatura e una regia ottima, alle quali non è possibile fare molte critiche. In questo senso, è necessario andare a ricercare le ragioni della fama di Squid Game ben oltre a queste semplici ed apparenti motivazioni. In questo articolo, cercheremo di sottolineare quindi le piccole specificità che rendono Squid Game un’opera contraddistinta e di valore, analizzando le sue unicità e le motivazioni del suo successo.

Squid Game

La meraviglia nascosta nella semplicità di Squid Game

In un’esclusiva intervista a Variety, Hwang ha parlato di come, secondo la sua opinione, la semplicità delle regole dello show e la riconoscibilità dei personaggi siano stati due degli elementi che hanno aiutato Squid Game ad avere successo all’estero. Presentando il proprio capolavoro, il regista ha infatti rivelato che, fin da subito, il suo obiettivo era stato quello di creare dei personaggi che fossero il più reali possibili. 

I protagonisti dell’avvincente allegoria sulla moderna società capitalista pensata dal film-maker dovevano quindi apparire come delle persone comuni, uomini e donne che tutti noi abbiamo incontrato nella vita reale. Commentando la natura dei game mortali presentati nel corso delle diverse puntate, il film-maker ha inoltre aggiunto:

I giochi raffigurati sono estremamente semplici e di facile comprensione. Ciò consente agli spettatori di concentrarsi sui personaggi, piuttosto che essere distratti dal tentativo di interpretare le regole.

Squid Game

La scelta del regista si è rivelata essere particolarmente efficace ed intelligente e, senza dubbio, ha infine dato i suoi frutti. Avendo il tempo di conoscere approfonditamente il carattere e la psicologia dei protagonisti dell’opera, gli spettatori sono stati in grado di formare un forte legame con i personaggi, con i quali sono riusciti ad immedesimarsi con grande facilità ed empatia.

Una crisi non lontana dalla realtà

In questo senso, mentre la terribile competizione portata avanti da Squid Game sfidava i propri giocatori a cercare di bilanciare il disperato bisogno di denaro con la propria coscienza, al di là dello schermo il pubblico si ritrova a fare lo stesso, partecipando attivamente al dibattito morale posto alla base della narrazione. La triste realtà di povertà raccontata da Squid Game e dai suoi disperati protagonisti trae ispirazione dalla drammatica crisi sociale affrontata odiernamente dal reale popolo sudcoreano. Ad oggi, il debito familiare della Corea del Sud è di fatto il più alto di tutta l’Asia e il boom economico, che è recentemente esploso nella nazione, ha esacerbato le disuguaglianze.

Squid Game

Nello specifico, si suppone che la serie Original di Netflix voglia essere una metafora per l’industria dell’intrattenimento della Corea del Sud. Nonostante il paese stia infatti riscuotendo un successo senza precedenti nel campo musicale, televisivo e cinematografico, quest’ultimo sta preventivamente organizzando un seminario sull’imminente crisi del settore, il quale sarà tenuto il prossimo mese presso il Busan Film Festival. A questo proposito, Hwang ha condiviso le sue riflessioni commentando con queste parole:

Esteriormente, l’intrattenimento coreano sembra andare molto bene. Basta pensare al successo dei BTS, di Parasite o Gangnam Style. Ma la società sudcoreana è anche molto competitiva e stressante. Abbiamo 50 milioni di persone in un piccolo spazio. E, tagliati fuori dal continente asiatico dalla Corea del Nord, abbiamo sviluppato una mentalità insulare. Un po’ di quello stress viene trasferito nel modo in cui ci prepariamo sempre per la prossima crisi. In un certo senso è un motivatore. Ci aiuta a chiederci cosa si dovrebbe fare di più. Ma tale competizione ha anche effetti collaterali.

E voi, cosa ne pensate? Avete guardato i novi episodi di quest’appassionante k-drama? State anche voi attendendo con ansia e trepidazione di sapere quando riuscire finalmente a rivedere il nostro ingenuo e coraggioso Seong Gi-hun? Fatecelo sapere nei commenti! Nel frattempo, vi invitiamo a seguirci su MonkeyBit per altre news su cinema, serie tv e videogiochi!

Squid Game

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab