MonkeyBit

Batman

Spookomics: Batman – Il Lungo Halloween

Avevamo cominciato con Batman e ci sembrava giusto chiudere con un’altra storia del pipistrello. Ma se nella prima storia trattata in questa rubrica vi avevamo mostrato un Cavaliere Oscuro consumato dalla maledizione della vita eterna, gettato in un contesto a lui completamente alieno, stavolta vi risulterà più facile riconoscerlo.

Ne Il Lungo Halloween troviamo un Batman giovane, che solo da poco ha iniziato la sua carriera da vigilante mascherato. Già conosce alcuni dei suoi nemici più iconici ed in queste pagine farà la conoscenza di altri temibili fuorilegge. Guardate Gotham divenire la metropoli popolata da folli criminali in costume che tutti noi conosciamo in questa leggendaria storia firmata da Jeph Loeb e Tim Sale.

Batman

Alla vigilia di Ognissanti

È un giugno torrido a Gotham City, dove si sta celebrando il matrimonio del nipote di uno degli uomini più pericolosi e potenti della città. Carmine Falcone, detto “Il Romano“, è nel suo ufficio a parlare con Bruce Wayne, recentemente tornato nella sua città natale dopo essere sparito per anni. Il Romano confida di poter intrattenere rapporti d’affari con il miliardario, così da estendere la sua sfera di influenza.

Wayne è tuttavia irreprensibile e liquida il mafioso affermando di non intendere in alcun modo aiutare Falcone ad espandere il suo impero criminale. Il malvivente, però, ha occhi e orecchie ovunque, persino nel parcheggio nelle vicinanze dove il procuratore distrettuale Harvey Dent è sgattaiolato per prendere nota delle targhe delle auto presenti.

Nel frattempo, per Bruce Wayne e Selena Kyle si è fatto tardi, ma il tempo di Batman e Catwoman è appena iniziato. Mentre la gatta è intenzionata a sgraffignare i gioielli dalla cassaforte del Romano, il Cavaliere Oscuro è lì per impossessarsi dei suoi registri. La colluttazione che segue allerta gli uomini di Falcone, costringendo i due personaggi mascherati alla fuga.

In seguito, Batman si reca sul tetto del commissariato di Gotham per incontrarsi con il Commissario Gordon e con il sopracitato procuratore. I tre hanno infatti pattuito di darsi manforte e collaborare per portare Falcone in tribunale e far crollare l'”impero romano”. Gordon e Dent avrebbero agito pubblicamente, con l’aiuto del Cavaliere Oscuro che avrebbe operato nell’ombra.

Il piano va avanti per mesi, finché pochi giorni prima di Halloween Johnny Viti, nipote di Falcone e figlio della sorella del Romano, viene ucciso nella vasca da bagno con due colpi alla testa. L’assassino si lascerà dietro i proiettili della sua calibro 22 ed una piccola zucca intagliata.

Batman

La leggenda di Batman

L’omicidio di Johnny Viti sarà solo il primo di decine che colpiranno la famiglia Falcone e tutta la malavita di Gotham nei 12 mesi successivi. Ad ogni festività, il misterioso killer che la stampa chiama Holiday colpisce con la sua calibro 22, con solo un piccolo oggetto legato alla festività di turno come firma.

Gli uomini di Falcone chiameranno questo anno “Il Lungo Halloween”, in memoria delle morti nella famiglia iniziate proprio la notte delle streghe. E per tutto l’anno Batman darà la caccia all’assassino, imbattendosi di volta in volta con alcuni dei suoi avversari storici, siano questi al soldo della malavita oppure “battitori liberi”.

Batman

Nelle pagine de Il Lungo Halloween, lo scrittore Jeph Loeb ci presenta un Batman alle prime armi, poco diverso da quello dipinto da Miller in Batman: Anno Uno qualche tempo prima. Fra le strade di Gotham c’è chi ancora dubita dell’esistenza del Cavaliere Oscuro, e c’è chi invece già lo considera come un prezioso alleato. La fama di Batman sta crescendo, e con essa il numero di mostri (freaks) che terrorizzano la città.

Da Catwoman allo Spaventapasseri, da Poison Ivy al Cappellaio Matto, dallo sfuggente Joker libero per la città a Solomon Grundy nascosto nelle sue fogne. Un tema fondante di tutta la storia è infatti il cambiamento, la dolorosa transizione da un regime criminale all’altro. Falcone e gli altri boss di Gotham sono spietati malavitosi, ma il crimine organizzato è una piaga che affligge bene o male tutto il mondo.

Gotham sta diventando qualcos’altro. Individui pericolosi dotati di poteri fuori dal comune (nell’universo DC vengono chiamati “metaumani”) si moltiplicano in ogni dove. Il Lungo Halloween ci mostra gli ultimi rantoli di quegli intoccabili signori del crimine abituati a sentirsi invincibili e padroni del mondo.

Batman

Il mafioso e i mostri del circo

Rifacendosi molto a pellicole come Il Padrino, Loeb inscena questa magnifica tragedia condita con tutti i principali elementi di un film crime. Il palcoscenico di questa tragedia è costellato da personaggi orribili e spregevoli, verso i quali è però impossibile non provare pietà mentre uno dopo l’altro vengono ammazzati senza neanche capire di essere in pericolo.

Mentre accade tutto questo, in primo piano troviamo Batman ed i nuovi criminali di Gotham rincorrersi in un’infinita guerra fra il bene ed il male, che non è più un vecchio mafioso che fuma il sigaro, ma un folle clown col vestito viola oppure uno psichiatra pazzo ossessionato dalla paura. La città sta diventando un circo degli orrori popolato da donne-pianta, svitati in maschera e zombie immortali, ed in questo nuovo copione non c’è una parte per il Romano

Falcone, così come il numero due del crimine organizzato di Gotham, Sal Maroni, detto Il Boss, cerca di ritagliarsi una nicchia in un mondo che non gli appartiene più. Assolda, consulta e collabora con i nemici del pipistrello, pur considerandoli nient’altro che dei fenomeni da baraccone, la città è sua. Non sapendolo, il Romano sta giocando con il fuoco e, come sempre capita in questi casi, finisce per scottarsi.

Trenta dì conta novembre…

Ma gli uomini di Falcone non vengono uccisi a caso. Anzi, il killer si premura di scegliere sempre una data associata ad una festività per cui si celebrano grandi festeggiamenti e ricorrono importanti tradizioni. Tutto ciò che si sa del killer è si serve di una calibro 22 per compiere i suoi crimini, lasciandosi dietro un oggetto commemorativo del giorno appena trascorso.

La messa in scena stessa degli omicidi merita un plauso. Tim Sale non ha avuto bisogno di più di un paio di tavole per ciascun capitolo per inscenare il massacro della famiglia Falcone e tutta la malavita di Gotham. L’assenza totale di colori, tranne quelli del souvenir lasciato dall’assassino, unita al bianco prorompente che cozza ad arte con le tinte tenebrose del resto del fumetto riesce a creare istantanee memorabili.

Batman

Ma non è tutto oro quel che luccica. I disegni di Sale, per belli ed evocativi che siano, spesso non riescono a mascherare proporzioni grottesche e prospettive del tutto fuori scala. E come ogni buon fumetto di supereroi degli anni ’90, i corpi dei protagonisti sono a volte fin troppo ipertrofici, con in bella vista muscoli che neanche dovrebbero esserci. L’utilizzo dei chiaroscuri aiuta a tamponare queste imperfezioni, non sempre con successo.

Ciò nonostante, Il Lungo Halloween riscuote un enorme successo fra pubblico e critica, assicurandosi un posto d’onore come una delle migliori storie di Batman. Innumerevoli elementi introdotti in questo racconto faranno per sempre parte dell’immaginario del Cavaliere Oscuro. Potreste già esservi imbattuti in una citazione a questo fumetto senza neanche saperlo!

Batman

Batman, dalla carta al grande schermo

Il recente trailer di The Batman ha lanciato il Crociato Incappucciato nei trend di Twitter per qualche giorno. Dalle poche immagini mostrate sembra sensato aspettarsi molte interazioni fra il pipistrello e Catwoman. Possiamo però scommettere che questo non sarà l’unico aspetto in comune fra il fumetto di Loeb e la pellicola di Matt Reeves. Il cinema, infatti, si ispira da anni alle vicende de Il Lungo Halloween per scritturare il pipistrello del grande schermo.

Per la natura fortemente pulp della sceneggiatura, scritta “rubando” dai migliori film di mafia, Il Lungo Halloween è perfetto per costruire un Batman adatto alle sale cinematografiche. Ad esempio, ne Il Cavaliere Oscuro del 2008 moltissime vicende sono direttamente ispirate al racconto di Loeb. E la lista continuerebbe, spaziando da videogiochi, serie televisive ed altri fumetti.

Batman

Il Lungo Halloween ha creato atmosfere e situazioni ormai saldamente consolidate nella mitologia del Cavaliere Oscuro. Conoscere questa storia significa conoscere Batman, il prode paladino che ha protetto Gotham dalla notte delle streghe più lunga di sempre, che è rimasto saldamente a difendere la sua città mentre i suoi alleati sprofondavano nella follia.

E con questo possiamo ritenere conclusa la rubrica di Spookomics, a meno di non ritrovarla l’anno prossimo. Se siete indecisi sui fumetti da leggere prima dell’arrivo di Halloween, consultate i nostri suggerimenti in materia. Continuate a seguirci su MonkeyBit per rimanere aggiornati sulle novità e per scoprire altre interessanti informazioni e approfondimenti per quanto riguarda videogiochi, film, serie televisive e fumetti! Buon Halloween a tutti!

Batman

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab