MonkeyBit

Splatoon 3

Splatoon 3 Anteprima

Una delle principali sorprese dell’ultimo Nintendo Direct è stato senza dubbio Splatoon 3, terzo capitolo dell’ormai popolare serie sviluppata dalla casa di Kyoto. Trattandosi del primissimo annuncio e considerando anche l’uscita ancora lontana, non sono ancora stati condivisi molti dettagli sulle caratteristiche del gioco. Tuttavia possiamo comunque provare ad ipotizzare delle novità che questo episodio potrebbe portare, e in questo senso risulta molto interessante la parte iniziale del trailer mostratoci. Analizzando il trailer e le poche informazioni rilasciate, vediamo allora in che modo il titolo potrebbe condurre la serie ad un livello superiore.

Splatoon 3

Tra multiplayer e modalità storia

Potremmo dividere il trailer mostrato nel recente Direct in due parti. Una è chiaramente incentrata su quello che fino ad ora è stato il punto di forza principale della saga, ovvero il multiplayer online. L’altra è invece più particolare, misteriosa e quasi cinematografica. Partiamo da quest’ultima.

Il video inizia con una Inkling e un piccolo salmonoide (stranamente docile) in una ambientazione arida e in rovina, con tanto di Torre Eiffel capovolta a fare da sfondo. Vediamo subito come entrambi i personaggi siano ben personalizzabili e come la protagonista possieda ora un maggior numero di opzioni per la sua parte estetica. Insieme camminano in una landa desolata in una fase che sembra essere in-game, anche se non si hanno vere e proprie conferme di questo. Arrivati in una stazione ferroviaria immersa nel nulla, i due salgono su un treno e con pazienza attendono l’arrivo in una città di cui già conosciamo il nome: Splatville.

Detta anche la “città del caos” (in riferimento all’ultimo Splatfest di Splatoon 2, che aveva visto la squadra “caos” vincere contro quella “ordine”), Splatville è situata al centro di una regione chiamata Splattonia. Quest’ultima è un’area desertica abitata sia da Inkling che da Octoling, pronti a darsi battaglia ancora una volta in nuove mischie mollusche.

In questa regione sono ovviamente collocati i vari stage in cui hanno luogo le sfide multiplayer, ma probabilmente c’è più di questo. Così come nei precedenti capitoli, con tutta probabilità anche Splatoon 3 includerà una modalità storia, e questa volta potrebbe essere ben più interessante delle precedenti, comunque godibili, avventure. La prima parte più “narrativa” del trailer ci fa pensare che questa volta la story mode voglia sfruttare maggiormente il grande potenziale che ha questa serie in quanto sparatutto single-player. Non abbiamo visto ancora nulla e si tratta quindi solo di speranze, ma sarebbe un aspetto che secondo noi farebbe fare un bel salto di qualità al franchise, così come lo aveva fatto in parte la bellissima Octo Expansion del secondo capitolo.

Splatoon 3

Per quanto riguarda la parte multiplayer, uno degli elementi maggiormente messo in evidenza è stato l’arco, arma inedita di questo capitolo. Esso è composto da tre contenitori di colore agganciati alla corda che sparano vernice all’unisono, ma si è visto ancora troppo poco per poter valutare l’effettiva efficacia dell’arma.

Come è lecito aspettarsi, nel titolo saranno presenti ulteriori nuove armi e ovviamente novità in quanto a livelli e mosse speciali, e il tutto sarà senz’altro mostrato nel corso di quest’anno. Importante sarà capire se e in che modo gli sviluppatori hanno rinfrescato il multiplayer online per allontanare una possibile sensazione di già visto, sia in quanto a modalità di gioco che in riferimento al puro gameplay.

C’è ancora molto da vedere, tra cui la struttura effettiva di Splatville, le attività presenti nella città e i negozi in cui acquistare armi, vestiti o oggetti. Non ci resta che attendere ulteriori notizie da Nintendo per sapere di più sulle caratteristiche e le novità di Splatoon 3, che arriverà in esclusiva su Nintendo Switch nel corso del 2022.

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab