MonkeyBit

Sinistri Sei

Sinistri Sei: dopo appena tre reboot di Spider-Man, finalmente assieme

Quando parliamo dei Sinistri Sei, ci riferiamo ad un sestetto di criminali nemici di Spider-Man che, tutti assieme, cooperano per tentare di accoppare il nostro caro Arrampicamuri di quartiere. Un po’ come succede a numerose rock band nel mondo reale, i personaggi che si riuniscono sotto questo nome cambiano in continuazione, seppur alcuni abbiano militato fra le fila di questo gruppo più spesso di altri.

Sinistri Sei

La nascita dei Sinistri Sei

In definitiva, per essere i Sinistri Sei i requisiti sono pochi; bisogna essere in sei criminali incattiviti e carichi di risentimento verso quel ficcanaso di Spider-Man che ogni volta manda a monte i vostri piani e vi rispedisce in gattabuia. Altri gruppi con intenti simili sono stati i Sinistri Sette, i Sinistri Dodici ed i Savage Six, ma com’è possibile immaginare hanno tutti fatto cilecca nel loro intento.

La primissima apparizione del gruppo avviene sulle pagine di Amazing Spider-Man Annual #1 del 1964, scritto da Stan Lee in persona e disegnato da niente meno che Steve Ditko. All’epoca, i Sinistri Sei erano composti da Mysterio, Electro, Vulture, Sandman, il Dr. Octopus e Kraven. Di questi, tutti tranne Kraven sono apparsi in almeno una pellicola dedicata all’Arrampicamuried hanno avuto la loro dose di fama fra i fan occasionali e gli appassionati di cinema supereroistico.

Sinistri Sei

 

Tuttavia, benché i Sei siano un elemento cruciale della mitologia di Spider-Man e siano conosciutissimi fra i fan dell’Uomo Ragno, non hanno mai fatto un’apparizione sul grande schermo come gruppo. Non sono tuttavia mancate, anche in tempi recenti, apparizioni dei Sinistri Sei in altri media dedicati all’Arrampicamuri, come nei videogiochi dedicati al personaggio firmati Sony oppure in quel piccolo gioiello animato che è stato The Spectacular Spider-Man.

Il ritorno di Doc Ock e i Sinistri Sei al cinema

Dopo il teaser trailer di Spider-Man: No Way Home rilasciato qualche giorno fa, tutto l’Internet sembra aver perso la testa per il ritorno di Alfred Molina non solo nei panni del Dr. Octopus, ma proprio quello stesso Otto Octavius che aveva fatto battere i cuori di migliaia di ragazzini (e non) nel leggendario Spider-Man 2 del 2004, diretto da Sam Raimi.

Oltre a questo, tutti sembrano essere in fremito per una possibile reunion dei Sinistri Sei, la prima ad arrivare nelle sale cinematografiche in un film targato Marvel Studios. Ed il fatto che fra le fila del gruppo potrebbero militare alcuni dei più amati nemici dell’Uomo Ragno mai apparsi sul grande schermo ha riempito di hype gli appassionati di tutto il mondo. Ma chi possiamo aspettarci in questa possibile incarnazione dei Sei?

Sinistri Sei

Abbiamo già avuto conferma del ritorno del Dr. Octopus, presente nella maggior parte delle varie reunion del gruppo. Brillante scienziato figlio di una madre iperprotettiva ed un padre violento, Otto si laurea all’M.I.T. ed inizia a lavorare per lo sviluppo nucleare degli Stati Uniti. Durante la sua permanenza, il dottore inventerà uno strumento con quattro braccia per consentirgli di manipolare oggetti radioattivi a distanza di sicurezza.

 

Questi avanzatissimi arnesi tecnologici sono collegati al sistema nervoso del dottore grazie ad una specie di cinta che ne avvolge parzialmente il torso, permettendogli di controllare i bracci meccanici come veri e propri arti supplementari. Un incidente di natura nucleare causerà ad Octavius irreversibili danni cerebrali, trasformandolo da uomo mite a megalomane assetato di potere.

Verde è il colore dei soldi

Un altro ritorno anticipato dai trailer è quello del Green Goblin, uno dei più malvagi e accaniti nemici dell’Uomo Ragno comparso in Spider-Man del 2002, sempre diretto da Sam Raimi. Nel film, la parte di Green Goblin e del suo alter-ego, l’avido e manipolatore Norman Osborn, viene interpretata magistralmente da Willem Dafoe. Dopo la morte del personaggio alla fine del primo film, il mantello passerà al figlio di Norman, Harry Osborn, interpretato da James Franco.

 

Figlio di un uomo d’affari caduto in disgrazia, Norman si pone sin da giovanissimo l’obbiettivo di accumulare quanto più potere e denaro possibile, così da non fare la fine del padre da lui considerato come un fallito. Inizia così a studiare Ingegneria Chimica ed Elettrica presso l’Empire State University, ma non essendo Norman particolarmente brillante, si ritrova a copiare ed imbrogliare in quasi tutti gli esami.

Sinistri Sei

Durante gli studi conosce Mendel Stromm, assieme al quale fonda la Oscorp, e si innamora di Emily Lyman con la quale avrà un figlio, Harry. Stufatosi di dover dividere i profitti della Oscorp con Stromm, Osborn fa arrestare il collega per appropriazione indebita e prende il pieno controllo della compagnia. Dopo la morte della moglie, Osborn si dedicherà completamente al lavoro, finendo per trascurare il figlioletto.

Fra gli appunti di Stromm, Norman trova la bozza di una formula chimica che avrebbe donato forza e resistenza sovrumane. Deciso ad ottenere tale potere, Osborn riesce a sintetizzare un prototipo della formula ma Harry, stufo di essere ignorato, sabota l’esperimento causando l’esplosione del composto addosso al padre. In ospedale, l’avidità e la bramosia di potere di Osborn hanno pian piano ragione della sua sanità mentale.

 

Col nuovo obbiettivo di riunire sotto di sé tutte le bande criminali e prendere il controllo della Grande Mela, Osborn assolda Headsman e Scorcher per sbarazzarsi di Spider-Man, così da guadagnarsi il rispetto dei boss locali. I due falliscono, quindi Osborn decide di sbrigarsela da solo, modellandosi un costume ad immagine del grande goblin verde che infestava i suoi incubi da bambino ed iniziando a dare la caccia all’Arrampicamuri.

O muori da eroe…

Altro membro ricorrente dei Sinistri Sei è Vulture (L’Avvoltoio), pseudonimo di Adrian Toomes, anch’egli apparso sul grande schermo nel 2017 in Spider-Man: Homecoming, prima pellicola dei Marvel Studios dedicata al ragno, dove viene interpretato daMichel Keaton. Nel film, Toomes è un operaio che, dopo aver perso il lavoro, inizia a trafficare la tecnologia dei Chitauri sul mercato nero.

 

Nei fumetti, l’Avvoltoio è un ingegnere ed un inventore, rimasto orfano e cresciuto dal fratello maggiore, reso successivamente paraplegico da un incidente in moto. Assieme al socio, Gregory Bestman, fonda una compagnia di elettronica per la quale sviluppa un congegno a forma di ali d’uccello in grado di far volare chi lo indossa.

Sinistri Sei

Poco dopo, Toomes sorprende Bestman a rubare i soldi della compagnia. I due finiscono per alzare le mani, e Toomes viene licenziato dal socio con la scusa di essere stato aggredito. Anni dopo, avendo appreso che Bestman aveva venduto la società, Toomes si intrufola nel suo ufficio e ruba il denaro che, secondo lui, gli spettava. Avendo trovato la cosa appagante, l’inventore decide di dedicare la vita al crimine e alle razzie, adottando il nome di Vulture.

10.000 Volts di delusione

L’ultimo personaggio di cui vorremmo parlarvi è, come Vulture, uno dei volti più ricorrenti nelle formazioni dei Sinistri Sei, e come il Dr. Octavius farà ritorno in Spider-Man: No Way Home. Sto parlando di Electro, al secolo Maxwell Dillon, apparso al cinema in quello che viene considerato da molti (chi scrive compreso) come il peggior film dedicato a Spider-Man, dove viene interpretato da Jamie Foxx.

 

Dillon nasce ad Edincott, New York, ma cambierà spesso città nei primi anni della sua vita dovendo seguire il padre Johnatan e la sua continua ricerca di un lavoro stabile. Un bel giorno, il padre scappa con un’altra donna lasciando il piccolo Max e la madre da soli. La donna diviene iperprotettiva nei confronti del figlio, impedendogli di andare all’università e costringendolo a lavorare prima come guardalinee successivamente come elettricista.

Sinistri Sei

Un giorno rimarrà ferito sul lavoro, venendo colpito da un fulmine mentre si trovava vicino ad una bobina tentando di salvare un collega in pericolo. L’incidente gli donerà grandi poteri elettrocinetici e la capacità di trasformare tutto il suo corpo in elettricità. Forte di queste nuove abilità fuori dal comune, Dillon decide di utilizzarle per compiere quei crimini con cui già da anni arrotondava lo stipendio.

In fila per Sei, col resto di due

I nemici dell’Uomo Ragno sono veramente troppi da elencare, anche solo quelli apparsi al cinema. Mysterio, il maestro illusionista apparso in Spider-Man: Far from Homel’Uomo Sabbia di Spider-Man 3, Lizard di The Amazing Spider-Man oppure Venom che si è ritagliato una sua serie di film, e ancora Mister Negativo, Kingpin, Scorpion, Morbius, Rhino, il Camaleonte, Tombstone, Shocker, Carnage, e tanti altri.

Molti di questi non sono mai nemmeno apparsi al cinema, se non in ruoli minori, pur essendo stati personaggi chiave di numerose storie a fumetti con protagonista l’amichevole Spider-Man di quartiere. Fra questi ricordiamo Kingpin, spietato boss della criminalità organizzata di New York, il sanguinario Carnage e Kraven, in quella che forse è la miglior storia dell’Uomo Ragno di sempre.

Diteci la vostra! Siete in hype per Spider-Man: No Way Home? Qual è il vostro cattivo preferito di Spider-Man? Continuate a seguirci su MonkeyBit per rimanere aggiornati sulle novità e per scoprire altre interessanti informazioni e approfondimenti per quanto riguarda videogiochi, film, serie televisive e fumetti!

Sinistri Sei

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab