MonkeyBit

Pokémon Legends Arceus

Pokémon Leggende Arceus: analisi dei primi 13 minuti di gioco

Pokémon è un franchise vincente, che utilizza la stessa formula da ormai 25 anni e non ha mai avuto bisogno di cambiamenti drastici, ma Pokémon Leggende: Arceus è l’ultimo esperimento di casa Game Freak. Il primo impatto è stato ovviamente positivo: un GDR open-world ambientato in una Sinnoh feudale con dei temi adulti ed impegnati. Forse è proprio quello che noi longevi fan stavamo aspettando, oppure potrebbe essere un flop incredibile proprio come la vegetazione che vediamo nei suoi gameplay. Grazie all’ultimo video del canale YouTube di Pokémon, però, abbiamo una piccola anteprima di quello che ci aspetta il 28 gennaio di quest’anno.

Crafting e strumenti

La prima cosa che ci mostra il video – oltre allo scenario incontaminato – riguarderà proprio la meccanica di crafting. Tra gli elementi che classificano Leggende Pokémon come un esperimento innovativo, possiamo sicuramente trovare la possibilità di creare oggetti invece che comprarli. Nonostante la presenza dei cocci nei vecchi capitoli, si può effettivamente apprezzare questa novità, ma come funziona esattamente?Leggende Pokémon Arceus

Proprio come ogni MMORPG che si rispetti, il nostro allenatore avrà il compito di raccogliere piantine, rocce e minerali: in base alla loro qualità, miglioreranno gli strumenti. Prima tra tutti, sicuramente, la nostra vecchia amica Poké Ball, che sarà craftabile e quindi decisamente più accessibile rispetto ai capitoli precedenti. Ma sarà lo stesso per le versioni migliorate? E saranno disponibili? Questi problemi potrebbero rendere la meccanica di creazione obsoleta e noiosa.

Pokémon Selvatici

Questa è la sezione che sicuramente ha stupito di più la community al rilascio di Leggende Pokémon Arceus. Le creature selvatiche non saranno legate alle battaglie, bensì avremo la possibilità di catturarli semplicemente prendendoli di sorpresa, senza ingaggiare alcun combattimento.

Ci saranno tre tipi di pokémon: calmi, paurosi o aggressivi. I primi non scapperanno e vi guarderanno rimanendo tranquilli, i secondi si daranno alla fuga non appena si accorgeranno della vostra presenza e gli ultimi, i più pericolosi, vi attaccheranno senza pensarci due volte. Potranno addirittura mandare KO il nostro allenatore!

La cosa più eclatante è quanto Game Freak stia spingendo su un realismo più elaborato, un gameplay più dinamico ed una interazione più “palpabile”. Arma a doppio taglio, perché se i fan di vecchia data apprezzeranno sicuramente questo cambiamento, giocatori in età più tenere non avranno lo stesso feeling, soprattutto dopo aver messo mano sui remake di Diamante e Perla (date un’occhiata alla nostra recensione).Leggende Pokémon Arceus

La caratterizzazione dei pokémon è un elemento che mancava negli ultimi capitoli, stava quasi per andare a perdersi. Dopo New Pokémon Snap (anche qui vi lasciamo il link alla nostra recensione), abbiamo visto la luce in fondo all’ipotetico tunnel, sperando in una nuova opera che dipinga i pokémon come creature complesse e studiate, non semplicemente come mostri da sfruttare nelle risse.

La possibilità di essere attaccati da un Tyranitar lo renderà sicuramente più spaventoso rispetto a quello a cui siamo abituati, dando carattere non solo al videogioco, ma anche alla creatura. Questo apre un nuovo mondo di sensazioni, di approcci e perché no, di cacce ai pokémon cromatici.

Il nuovo PokéDex

Altra incredibile novità è l’avanzamento del PokéDex. Nei capitoli precedenti, completare l’enciclopedia tecnologica – nonostante fosse il nostro obiettivo primario – era una faccenda che spesso si metteva in secondo piano, o anche dimenticata. Non è il caso di Hisui però, perché l’antica regione ospita il Professor Lavan che ci offre un modo tutto nuovo per progredire nella nostra missione.Leggende Pokémon Arceus

Ogni volta che registreremo nuove voci nel PokéDex infatti, il nostro rango nella squadra di ricerca aumenterà, regalandoci ricompense uniche e utilissime. La differenza però sta anche nella difficoltà dell’impresa: avremo il compito di guardare le creature effettuare mosse precise o azioni determinate. Solo in questo modo potremo andare avanti con il nostro livello.

Incentivare l’avanzamento del PokéDex è la cosa giusta senza dubbio, sia per quanto riguarda la longevità dell’opera, sia per sfruttare al 100% il proprio potenziale, senza parlare del fatto che Game Freak, in questo modo, spinge il giocatore ad esplorare ogni angolo della loro creazione.

Pokémon Cavalcabili

Vediamo il ritorno di una meccanica che, personalmente, ho amato nei capitoli di Sole e Luna: i pokémon cavalcabili. Game Freak ha deciso di creare un’area terribilmente vasta, proprio come fece con Breath of the Wild ma, per fortuna, ci ha dato la possibilità di utilizzare qualcosa di più veloce della bicicletta.

Sulla terraferma avremo la possibilità di cavalcare Wyrdeer, uno Stantler delle nevi. La velocità mostrata in video – e la possibilità di saltare – ci hanno stupito e ci hanno fatto davvero tirare un sospiro di sollievo. Creare un open-world può essere un compito molto arduo, ma grazie a questa aggiunta non sarà doloroso come sarebbe stato con una semplice bicicletta.Leggende Pokémon: Arceus

Andando avanti, avremo la possibilità di solcare i cieli con Braviary di Hisui. Questa funzione sinceramente è sembrata abbastanza inutile, soprattutto se sarà possibile solamente esplorare zone aggiuntive con il volo, come già visto in altri giochi. Tuttavia non giudichiamo troppo in fretta, aspettiamo prima di vedere quest’aquila in azione e, soprattutto, se ci sarà la possibilità del viaggio rapido.

Infine rimane l’ultimo elemento: l’acqua. Basculegion ci offrirà la possibilità di navigare sul suo dorso e, proprio come per quanto riguarda il volo, speriamo che la possibilità di nuotare ci darà accesso a molto più che un paio di zone nascoste. Negli altri capitoli, il Surf era essenziale per scoprire dei segreti e per esplorare la trama nei suoi minimi dettagli. Nonostante sia abbastanza difficile replicare una cosa simile in un open-world, ci auguriamo che Game Freak sia riuscita laddove molti hanno sbagliato.

Il villaggio Giubilo

Mettendo da parte il terribile nome conferitogli, il villaggio sarà la nostra base operativa, nonché città iniziale. Saranno presenti il nostro alloggio, il laboratorio del Team Galassia (sì, proprio loro), NPC che ci offrono missioni secondarie, il Negozio e molte altre funzioni aggiuntive, tra cui quella di poter scambiare i nostri pokémon – per fortuna.

La personalizzazione è esattamente come quella di Spada e Scudo e, ovviamente, ha anche gli stessi difetti: ripetitiva e con pochissime opzioni. Almeno per quanto riguarda il vestiario, speriamo di vedere una scelta più ampia che possa adattarsi a chiunque, e non solo delle reskin di indumenti già indossati.Leggende Pokémon: Arceus

Parlando nel dettaglio delle missioni secondarie, avranno vari obiettivi, tra i quali catturare pokémon, progredire nel PokéDex, sbloccare degli strumenti e molto altro. Le due paure principali sono le seguenti: la ripetitività delle quest e le ricompense che potrebbero non essere adatte al tempo impiegato per catturare una creatura.

Oltre alle missioni secondarie infine, avremo anche delle Richieste. Le Richieste saranno ciò che ci farà progredire nella trama principale, e lavoreremo proprio per il Team Galassia che, in questo capitolo e tempo storico, rappresentano i buoni.

Effettivamente, se la pensiamo in questi termini, Pokémon Leggende Arceus potrebbe avere gli stessi problemi di un MMORPG. Utilizziamo il condizionale perché ovviamente, come tutti voi, speriamo che non sia così.

Lotte Pokémon

Eccoci arrivati ad uno dei punti che più aspettavate: le lotte pokémon. La differenza con gli altri capitoli sta proprio nel fattore open-world che Leggende Pokémon Arceus adotta. Avremo infatti la possibilità di attaccare i nostri nemici di sorpresa, ottenendo un turno extra per attaccare.

Ci sono due stili: lo Stile Rapido e lo Stile Forza. Il primo ci permette di effettuare una mossa meno potente ma di ottenere più turni rispetto al pokémon avversario, al contrario lo Stile Forza aumenterà i danni a discapito della nostra velocità. Una buona strategia è quella di utilizzare le mosse di stato come Tuononda o Paralizzante. Leggende Pokémon Arceus

Pokémon Alfa e Nobili

In Hisui i pokémon non saranno proprio normali, infatti avremo a che fare con Alfa e Nobili. Partendo dalla prima categoria, i pokémon Alfa sono riconoscibili dalla loro stazza enorme e dagli occhi rossi. Saranno ovviamente più forti del normale e avranno statistiche e livelli più alti delle loro controparti.

I pokémon Nobili invece saranno dei veri e propri miniboss, da affrontare non solo con i nostri pokémon, ma anche a degli strumenti chiamati Sferezen. Sarà il nostro allenatore infatti a doverli affrontare e, solo dopo averli calmati, i nostri compagni potranno fare il loro lavoro e sconfiggerli.Leggende Pokémon Arceus

Queste meccaniche sono estremamente differenti, poiché i pokémon Alfa sono semplicemente versioni migliorate – e più aggressive – dei pokémon luminosi in Spada e Scudo. Per quanto riguarda i Nobili invece, sono una fresca aggiunta ad un gameplay che rischia di invecchiare. Le novità sono sempre ben accette, soprattutto se sono divertenti e intriganti come questa.

 

Pareri finali

Pokémon Leggende Arceus è un esperimento che Game Freak ha deciso di creare per utilizzare una formula che possa accontentare i fan più longevi e sorprendere i neofiti. Un brand immortale, che non ha assolutamente bisogno di cambiamenti, ha deciso di rinnovarsi e di utilizzare le proprie risorse per dare vita ad una nuova serie: Leggende Pokémon.

Le meccaniche che abbiamo visto ed analizzato non ci hanno lasciato delusi, alcune sono più interessanti di altre, ma Game Freak è riuscita decisamente a creare qualcosa di nuovo e fresco che, forse, stavamo cercando. Probabilmente non tutto sarà programmato alla perfezione, e molte cose saranno quindi d’importanza secondaria, ma ci concentreremo sicuramente sul quadro generale.

Per quanto riguarda la grafica che lascia a desiderare, Nintendo ha deciso di optare per le prestazioni e non per la qualità, una scelta saggia e da condividere. Sebbene un’opera Pokémon con uno stile visivo simile a Monster Hunter Stories 2 sia estremamente allettante, il lag potrebbe portare scompiglio nel gameplay e, inevitabilmente, a quella qualità ottenuta con un impegno maggiore.

 

Per ora è tutto, vi aspettiamo il 28 gennaio per parlare insieme del nuovo capitolo targato Pokémon, e vi invitiamo a restare su MonkeyBit per altre notizie su film e videogame.

Leggende Pokémon Arceus

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab