MonkeyBit

Rainbow Six Siege
Bloodborne

PlayStation su PC: l’importanza dell’esclusività

La notizia dell’arrivo delle esclusive di PlayStation per PC ha lasciato tutti i giocatori completamente attoniti. Jim Ryan, uno dei capi di Sony Enternaiment, in un’intervista ha asserito che Days Gone arriverà in primavera anche su PC e che questo è solo uno dei tanti titoli previsti. Per quanto una notizia del genere sembra poter generare solo stupore e felicità, su molte community è scoppiato il caos per capire se la mossa fosse effettivamente valida e giusta.

Chi ha acquistato una PlayStation 4 solo per Bloodborne difatti, si potrebbe trovare tra le mani una versione migliorata per una piattaforma che magari aveva già in casa, mentre chi ancora non ha potuto apprezzare il titolo ora ha una possibilità d’oro davanti. Analizzeremo insieme tutte queste priorità cercando di far emergere il nostro punto di vista nel miglior modo possibile.

Esclusive PlayStation su PC

La situazione ai giorni nostri

Il kit per un perfetto gamer aggiornato è composto da tre piattaforme imprescindibili: PlayStation 4 (o PlayStation 5), Nintendo Switch e PC. Xbox One si è tirata fuori da questa categorizzazione e ha cambiato completamente il modo di essere intesa, questa volta come una vera macchina più che una semplice console. Con il kit appena descritto possiamo permetterci di giocare veramente a tutto e ne è sempre valsa la pena.

Intendiamoci, spendere altri 250 euro solo per giocare a certi titoli è un operazione tutt’altro che conveniente da parte del singolo. Sony però ha sempre cercato di giustificare questo sacrificio, mettendo continuamente nel proprio mirino l’uscita di esclusive di altissimo calibro. Basti vedere Bloodborne, God of War, The Last of Us e chi più ne ha, più ne metta.

Esclusive PlayStation su PC

Ormai nel 2021 è sotto gli occhi di tutti la maggiore potenza di un PC rispetto ad ogni sorta di console fissa. Con un piccolo sovraprezzo, si riesce a costruire una macchina sempre migliore che ci permette anche di fare molto altro. In un momento di pandemia globale come questo, essere senza un PC equivale ad essere fuori dalla società, dal lavoro e dalla didattica. Purtroppo una console non può garantire tutte queste sicurezze, poiché semplicemente non è questo il suo scopo.

Nonostante questo discorso però, le PlayStation 5 continuano ad andare a ruba ed i motivi fondamentali di ciò sono principalmente due: le future esclusive e la semplicità di utilizzo. Del primo argomento abbiamo già parlato ampiamente in questo articolo mentre per il secondo sono richieste molte meno parole.

Può un PC sostituire una console?

PlayStation 5 una volta tirata fuori dalla scatola è pronta, o quasi, per essere utilizzata al suo massimo splendore, senza bisogno di nessun tipo di conoscenze. Un PC invece, che performi meglio almeno, ce lo dobbiamo montare noi, con tutte le difficoltà e rischi del caso. Viene da sé però che nel 2021 bastano tre tocchi sul telefono per scoprire ogni cosa, e le fasi del montaggio di un PC non sono di certo così difficili da eseguire.

Andando avanti con il tempo quindi, questa piattaforma non può non prendere sempre più piede, e le console diverranno un concetto che Microsoft sta cercando di portare avanti da molto tempo: una macchina preassemblata economica che cerca di lavorare a pari passo con il PCL’evoluzione in questa direzione, a parer nostro, è inevitabile e quindi Sony ha deciso di iniziare a mettersi in pari con i tempi. Recuperare anni di esperienza con lo sviluppo su PC è una mossa che va fatta con calma per evitare di commettere errori grossolani.

Con Horizon Zero Down è stato fatto un grande lavoro di ottimizzazione, dimostrandoci che se questa è la direzione non possiamo che essere entusiasti. Arriviamo ora alla parte dolente del discorso però, la domanda che si sono fatti tutti in primis è stata: “perché dovrei comprarmi una PlayStation se ho già un PC?”. La risposta è insita nella natura della stessa Sony Entertainment dato che questa produce non solo la console ma anche i titoli migliori per essa.

Esclusive PlayStation su PC

Una forma di esclusività rimarrà sempre, forse più alleviata, ma mai del tutto rimossa. Se pensate di giocare a The Last of Us Parte III al day one sul vostro PC vi sbagliate di grosso, e vi spieghiamo subito il motivo. Anche se ormai le copie vendute di PlayStation 5 potrebbero bastare a far una gran cassa con ogni titolo, molte di queste devono ancora essere prodotte. La console non è ancora uscita del tutto e per questo non ha ancora visto così tante esclusive.

Tre titoli non bastano di certo a Sony per far ingolosire un così vasto pubblico e se l’azienda vuol mantenere ancora una faccia, per un po’ di anni gli conviene continuare sulla solita linea. Immaginatevi un giocatore che ha prenotato una PlayStation 5 solo per giocare a God of War Ragnarok, con tanto di edizione speciale magari, che si vede il titolo uscire per il PC, che si trova proprio affianco a lui.

Tante prenotazioni verrebbero sicuramente annullate e moltissimi giocatori urlerebbero, giustamente, alla truffa. Per adesso quindi ci toccherà rigiocare a grandi titoli che abbiamo già apprezzato in passato ma con diverse migliorie tecniche. L’aspettativa dei prossimi anni però potrebbe cambiare e se per ora possiamo stare tranquilli, ci conviene prepararci al meglio perché se ne potrebbero vedere davvero delle belle. Per altri contenuti originali, guide e news continuate a seguirci qui su MonkeyBit e restate connessi con noi sui nostri social.

Rainbow Six Siege
El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab