MonkeyBit

PlayStation 5

PlayStation 5 e l’ingiustizia dei grandi retailer

L’arrivo di console di nuova generazione è un evento che supera anche l’E3, e anche il Natale, per alcuni. L’attesa nei confronti di PlayStation 5 e Xbox Series X è stata davvero elevatissima, con i mesi precedenti al rilascio pieni di possibili leak e rumor di ogni sorta, com’era anche lecito aspettarsi. Potevamo prepararci anche alla scarsità di unità disponibile al lancio: siamo onesti, davvero ci aspettavamo che ci sarebbero state console per tutti, in un’industria in crescita esponenziale?

Pensare di mettere le mani su PlayStation 5 al day one, o anche soltanto nelle settimane successive al lancio, sarebbe davvero stata follia pura. Tuttavia, ciò che i giocatori di tutto il mondo, soprattutto quelli italiani, stanno vivendo è ancor più difficile da credere. Non punteremo il dito contro la costante e continua scarsità di unità disponibili, dato che c’è davvero poco da fare contro la mancanza di semiconduttori, sebbene non abbia evidentemente limitato i ricavi.

PlayStation 5

Ciò che più risulta incredibile è come alcuni specifici grandi retailer stanno cogliendo l’occasione per vendere molto più che le console. Analizziamo la situazione: i giocatori di tutto il mondo restano incollati allo schermo del proprio smartphone o PC in attesa di scoprire novità sulla disponibilità di PlayStation 5 e Xbox Series X (d’ora in poi citeremo maggiormente la console di Sony in quanto il problema è molto più legato ad essa), ma si ritrovano costretti a dover mettersi in file digitali chilometriche, con decine di migliaia di utenti in attesa come loro, dovendo quindi sperare di poter piazzare l’ordine da 500 euro. 

Quest’ultimo punto, però, vale soltanto per alcuni grandi rivenditori, quali MediaWorld o talvolta anche Unieuro, che devono giustamente anche salvaguardare la stabilità dei loro sistemi e gestire in modo ordinato il flusso di acquisti. Altre catene di vendita, che non citeremo per ovvi motivi, hanno deciso di fare qualcosa di diametralmente opposto. Vuoi comprare una PlayStation 5? Per farlo, devi acquistare anche un secondo controller, due giochi da 70 o 80 euro più tre accessori, naturalmente costosissimi.

Inutile dire che non è possibile comprare soltanto una PlayStation 5, dato che l’acquisto è forzato dall’inserimento nel carrello di questi altri prodotti che “per fortuna” possono esser scelti dall’utente. Il prezzo di acquisto sale quindi dagli standard 500 euro, per il modello con lettore Blu-Ray, a un minimo di 729,98 euro. Nel cercare ogni volta di motivare questa scelta purtroppo ogni volta ci si ritrova senza risposte, tranne una soltanto: è una strategia furba e ingiusta per costringere gli acquirenti a pagare molto più del dovuto. 

PlayStation 5

Se facciamo un rapido calcolo, per ogni tre PlayStation 5 vendute con questo metodo i rivenditori intascano il ricavato di ben quattro console, come se ne avessero venduta una in più (con addirittura un “bonus” di quasi 190 euro). La situazione diventa addirittura ironica nel momento in cui ci rendiamo conto che questa pratica accomuna in modo abbastanza evidente i retailer “legali” ai bagarini che possiamo trovare su siti di compravendita online.

Di base, questi rivenditori scorretti stanno facendo la stessa identica cosa, e non venite a filosofeggiare con frasi come “gli utenti fanno una scelta quando acquistano questi pacchetti”, perché se le opzioni sono portarsi a casa una PlayStation 5 o non farlo, allora non vediamo molta libertà. La situazione è chiaramente difficile da gestire, soprattutto data la mole di persone che vogliono acquistare una PS5 o una Xbox Series X. 

Di fatti, crediamo sia giusto mettere delle file virtuali per poter mettere le mani su una delle due, ma costringere gli utenti a spendere il 46% in più, rifilandogli prodotti che non vogliono, è a dir poco scorretto. Speriamo quindi che questa situazione venga risolta quanto prima, ma fino ad allora consigliamo ai lettori di evitare di pagare sovrapprezzi a chi meno lo merita. Perciò, vi ricordiamo che generalmente ogni giovedì pomeriggio tornano a disposizione nuovi stock di PlayStation 5 da MediaWorld, perciò seguite i loro canali social e quelli di PlayStation per non perdere aggiornamenti in merito. Fateci sapere commentando in calce cosa ne pensate riguardo questa situazione! Se volete approfondire l’argomento, peraltro, vi riportiamo anche a un altro nostro editoriale sulla questione.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab