MonkeyBit

persona-25esimo-anniversario

Persona 25esimo anniversario: da spin-off a cult

Proprio oggi si festeggia una importante ricorrenza, ovvero il 25esimo anniversario di Persona, la famosa saga di videogiochi JRPG sviluppata da Atlus. Il successo, sia in Giappone che nel resto del mondo, è frutto di molti fattori quali la trama e i temi trattati. Il nostro viaggio inizia da un punto fondamentale: Persona nasce inizialmente come spin-off della saga Shin Megami Tensei, dalla quale prende alcune dinamiche, compresi i nomi delle abilità.

Megami Tensei

La serie principale Megami Tensei, conosciuta anche con il nome completo di Shin Megami Tensei, è iniziata ufficialmente nel 1987 per PC con Digital Devil Story: Megami Tensei. Con lo stesso titolo però ci si riferisce anche ad un altro gioco, sviluppato per Famicom, uscito sempre nello stesso anno. La trama, a grandi linee, vede un ragazzo vittima di bullismo riuscire a creare un programma per PC in grado di evocare dei demoni, che utilizzerà per potersi vendicare.

Persona 25esimo anniversario

La copertina originale di Digital Devil Story: Megami Tensei

Il successo ha portato Atlus a voler continuare la saga, arrivando fino al quinto capitolo di prossima uscita in esclusiva su Nintendo Switch. La forza dei giochi è data anche dal misto di temi attuali con elementi di folklore e religione. Il protagonista del primo gioco infatti non è altri che la reincarnazione di Izanagi, divinità shintoista che è riconosciuta anche come il dio creatore.

Shin Megami Tensei If…

Il successo fu così amplio che il team di sviluppo iniziò a creare alcuni spin-off che ampliavano l’universo. Il più famoso di questi è Shin Megami Tensei If…, che vede nuovamente al centro l’ambiente scolastico, che ricopre anche il ruolo di dungeon esplorabile. I demoni si trovano proprio all’interno della Karukozaka High School, con la possibilità di poterli affrontare o persuadere, così da unirsi a voi.

Nonostante i vari porting, di cui il più recente proprio su iOS, il titolo non è mai stato tradotto in inglese. Le uniche versioni esistenti sono il frutto di un lavoro effettuato dai fan, che hanno cercato di far conoscere l’opera fuori dal territorio nipponico. Una vera localizzazione ufficiale non è mai stata fatta, nonostante in molti ancora ci sperino.

Persona 25esimo anniversario

La particolare ambientazione scolastica e la dinamica di reclutamento dei demoni è alla base della serie di Persona. Dopo l’iniziale successo di Shin Megami Tensei If…, il team ha infatti deciso di creare una storia simile, con alcuni cambiamenti. Se vogliamo, possiamo definire questo primo spin-off il progenitore della saga, con la quale condivide molte dinamiche, ambientazioni e temi trattati.

Persona

A seguito del primo successo di Shin Megami Tensei If…, Atlus prese molti degli elementi che caratterizzavano l’opera e creò un nuovo gioco. Dopo molte prove venne alla luce, nel 1996, Revelations: Persona per la da poco uscita PlayStation. Questo fu il primo capitolo che diede le basi all’intera saga, ridefinendo il concetto di JRPG. L’ambientazione è infatti un Giappone molto simile a quello reale, con alcune piccole differenze.

Il successo ottenuto fu subito enorme e portò l’azienda a creare un secondo gioco, che però non era un vero e proprio sequel. In maniera simile alla saga di Final Fantasy, i vari Persona condividono alcuni elementi ma non sono del tutto legati con la storia. Interessante poi notare come Persona 2 abbia dei giochi differenti, ovvero Innocent Sin ed Eternal Punishment.

Persona 25esimo anniversario

Le copertine ufficiali dei due giochi

Da un punto di vista dei combattimenti, fu completamente rivisitato il sistema, permettendo anche attacchi combinati tra i vari personaggi. Torna nuovamente la dinamica che permette l’interazione dei demoni, attraverso un sistema di dialoghi particolare. Una delle particolarità è la divisione in due giochi, che cambia completamente il punto di vista da Innocent Sin a Eternal Punishment. Il successo fu anche in questo caso amplio ma fu con il terzo capitolo che fama arrivò oltre oceano.

Il cambiamento con Persona 3

Uscito nel 2006 con il titolo di Shin Megami Tensei: Persona 3, il terzo capitolo introduce una dinamica che ha rivoluzionato la serie. Parliamo infatti del Social Link, un sistema di relazioni interpersonali che vi aiuteranno all’interno della storia. Questo è stato il primo gioco a cui mi sono avvicinato e sono rimasto esterrefatto dalla complessità dei dialoghi. Ogni frase va pesata, in modo da poter stringere ancora di più i rapporti.

Persona 25esimo anniversario

La schermata dei Social Link all’interno di Persona 3

Oltre alle relazioni con altre persone, il gioco ci pone davanti anche domande di cultura generale, insieme a vere e proprie lezioni scolastiche. Ad un primo impatto può sembrare una cosa alquanto strana da vedere, ma dopo poche ore diventa quasi una normalità. Il vero problema sorge a fine del semestre, quando ci saranno le verifiche che valuteranno la vostra preparazione. E non intendo del personaggio ma di voi giocatore, attraverso domande di storia, geografia e molto altro.

L’inizio del vero successo

I due capitoli successivi, Persona 4 e Persona 5, vanno ad ampliare quella che è ormai una formula ben collaudata. Da molti, me compreso, Persona 5 raggiunge quasi la perfezione, bilanciando i legami, i combattimenti e la trama. Ogni avventura diventa un vero e proprio viaggio che si compie, durante il quale verranno strette nuove amicizie in un arco temporale piuttosto lungo.

Ogni avventura è infatti caratterizzata da un periodo temporale di 1 anno, scandito dal passare dei giorni e delle stagioni. È quindi possibile poter sperimentare la primavera, l’autunno, l’inverno e l’estate con i vostri compagni di classe. Grazie a questa dinamica, sarà possibile poter conoscere al meglio i vostri amici, creando un legame che va oltre il semplice social link del gioco.

Persona 25esimo anniversario

Screenshot tratto da Persona 4, dopo la fine degli esami

La formula, ormai consolidata, ha permesso alla saga di diventare uno dei titoli più famosi a livello mondiale, diventando anche un punto di riferimento per molti altri giochi. Il quinto capitolo in particolare è risultato uno dei più venduti e conosciuti, talmente tanto che recentemente è stato persino annunciato un suo ulteriore spin-off per cellulare, dopo il successo del suo sequel, Persona 5 Strikers, caratterizzato da uno stile musou.

Le versioni speciali

Andando a cercare i vari titoli della saga, avrete sicuramente visto che esistono più versioni, molte volte caratterizzate da un nome leggermente differente. Per esempio il quarto capitolo, nella sua versione Steam, ha il titolo di Persona 4 Golden e del quinto capitolo esiste anche una versione intitolata Persona 5 Royal. Cosa sono esattamente queste versioni e cosa le differenzia dal titolo originale?

Una maniera piuttosto semplice ed intuitiva è quella di paragonare il gioco ad una versione director’s cut, che amplia ancora di più la storia senza però cambiarla completamente. Tale operazione è iniziata dal terzo capitolo, con Persona 3: FES, che andava ad aggiungere ulteriori personaggi, social link e un quadrimestre in più. Inoltre comprendeva anche un’appendice di gioco, intitolata The Answer, che espandeva e spiegava meglio il finale.

Persona 25esimo anniversario

La cover art per Persona 3 FES

Persona 4 Golden è invece stato un caso molto particolare, in quanto originariamente uscì in esclusiva per PlayStation Vita, nonostante il gioco originale fosse per PlayStation 2. Questa nuova versione aggiungeva un ulteriore boss, una True Ending e piccole modifiche al sistema di gioco. La sua disponibilità solo per console portatile ha fatto storcere il naso a molti utenti, fino a quando non è arrivato l’annuncio della disponibilità anche su PC, attraverso la piattaforma Steam, molti anni dopo.

Cosa aspettarci dal futuro

Atlus ha creato e messo online un sito interamente dedicato ai festeggiamenti, con tanto di merchandise e progetti, che saranno svelati durante l’arco dei prossimi mesi. Interessante anche notare come all’interno degli artwork speciali venga inserita la protagonista di Persona 3 Portable, ulteriore versione uscita esclusivamente per PSP. Fino a poco tempo fa questo personaggio era quasi considerato non canonico e le sue apparizioni erano molto scarse.

Sicuramente questo 25esimo anniversario di Persona porterà con sé molti annunci e forse anche uno sguardo a quello che potrebbe essere Persona 6, il nuovo atteso capitolo. Quello che molti fan sperano, compreso il sottoscritto, è una remastered dei vecchi titoli o, ancora meglio, una nuova storia in cui tutti i protagonisti passati possano ritrovarsi. Esperienze simili sono già avvenute con la serie Persona Q, ma sarebbe bello vederli in una versione non chibi.

Persona 25esimo anniversario

Il cast di Persona Q2, che comprende i personaggi da Persona 3, Persona 3 Portable, Persona 4 e Persona 5

Questa saga ha appassionato tantissimi utenti proprio grazie alla sua complessità e capacità di colpire con la storia, specialmente grazie ai legami che si creano con i personaggi. Per dovere di cronaca ci sono anche le opere in animazioni, film per Persona 3 e serie anime per Persona 4 e Persona 5, che però non riescono a sintetizzare al meglio la storia. Il mio personale consiglio è quello di riuscire a recuperare i titolo, poiché saranno un’ottima aggiunta all’interno della vostra libreria di giochi.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab