MonkeyBit

Museo Ghibli

Museo Ghibli: la città di Mitaka cerca fondi

Durante la seconda assemblea generale del consiglio comunale di Mitaka, la città ha annunciato il suo piano per aiutare il Museo Ghibli in difficoltà a causa della pandemia. Il comune aiuterà anche a raccogliere fondi per la ristrutturazione e le riparazioni. La città di Mitaka sta cercando di raccogliere 10 milioni di yen (circa 75.000 euro) per aiutare il museo tramite il programma Furusato Nozei del governo giapponese, noto anche come “sistema fiscale della città natale”.

Il rapporto di Mitaka City afferma che dall’apertura del museo nell’ottobre 2001, l’attrazione ha portato turismo e gioia a persone di tutto il mondo. Nel febbraio 2020 la struttura ha chiuso a causa del COVID-19 e da allora, anche se il museo ha riaperto, non è stata più la stessa cosa. Il numero limitato di persone ammesse contemporaneamente, infatti, ha notevolmente ridotto le entrate e ha ostacolato lo svolgimento delle attività. A causa di questa mancanza di entrate, il museo non è stato in grado di mantenere la sua conservazione e le riparazioni.

Cosa farà dunque Mitaka?

Il piano di Mitaka è quello di sfruttare “Poki“, personaggio disegnato da Hayao Miyazaki all’apertura del museo, su nuovi prodotti. I gadget saranno distribuiti a tutti coloro che donano attraverso il programma Furusato Nozei. L’iniziativa è un sistema che consente a chiunque in Giappone di donare a qualsiasi città/regione del paese. In cambio, il soggetto riceve un oggetto originario di quella zona. Inoltre, grazie al funzionamento del programma, è deducibile che il governo giapponese restituirà l’intero importo donato (meno 2.000 yen) come commissione amministrativa tramite agevolazioni fiscali. Di solito, le persone ricevono riso locale, sake o carne in cambio della loro partecipazione. O nel caso di Toyosato Town, l’esclusivo gadget di K-ON!

Mitaka City utilizzerà 655.000 yen della città per aiutare il progetto Poki del museo Ghibli, realizzando sfondi, affiggendo poster nelle biblioteche locali e altro materiale educativo e utile. Tra questi, gli abitanti hanno già iniziato a realizzare dei piccoli asciugamani che i giapponesi solitamente tengono in borsa per asciugarsi il viso dal sudore.

E voi? Se poteste, dareste il vostro contributo? Fatecelo sapere con un commento nella sezione in calce, e vi invitiamo a rimanere connessi su MonkeyBit per non perdervi tutte le novità sul mondo videoludico!

 

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab