MonkeyBit

Multiverso Marvel

Multiverso Marvel: scopriamo l’evoluzione tra fumetti e cinema

Oggi parleremo un po’ del Multiverso Marvel. Tranquilli, eviteremo discorsi troppo scientifici, per quello vi rimandiamo a questo link che è sicuramente molto più utile di quanto sapremmo dirvi. Noi di MonkeyBit preferiamo approfondire l’aspetto fumettistico. Dopo i recenti avvenimenti mostrati in Loki (qui la recensione), che vi invitiamo a recuperare se ancora non l’avete vista, è doveroso affrontare meglio l’argomento.

Con l’arrivo di What If…? stiamo rivedendo alcune storie del Marvel Cinematic Universe con delle varianti molto importanti (qui trovate la nostra anteprima dei primi tre episodi). Come è ormai evidente, queste storie non sono ipotizzate, sognate o immaginate da qualcuno, ma avvengono realmente. Per quale motivo questi eventi non influenzano la realtà a cui siamo abituati? Vi rispondiamo subito: perché si svolgono in un altro universo. Per i lettori dei fumetti questa non è una novità, dal momento che il Multiverso Marvel è nato quasi 60 anni fa.

La nascita dell’universo condiviso

Tutto è partito nel 1961 quando Stan Lee, Jack Kirby, Steve Ditko e altri artisti della Marvel Comics (ex Atlas Comics e prima ancora Timely Comics) decisero di scrivere storie collegate. Gli eventi di un fumetto influenzavano la realtà del numero successivo. I crossover tra supereroi c’erano già da prima, ma erano episodi autoconclusivi e fini a sé stessi. L’idea fu quella di applicare conseguenze permanenti sui personaggi e i loro mondi che restassero anche dopo. Finalmente tutti facevano parte di un unico universo.

Multiverso Marvel

L’universo condiviso ha permesso la nascita dei primi gruppi di supereroi riuniti, primi tra tutti gli Avengers. Questi ultimi, a differenza degli X-Men o dei Fantastici 4, non erano nati per essere un team, quindi se non fosse stata per questa brillante trovata non avremmo mai assistito alla nascita dei Vendicatori così come li conosciamo oggi. Eppure ancora non stiamo parlando del vero Multiverso Marvel. Quando le cose sono diventate così confuse?

La nascita del Multiverso Marvel

Quella dell’universo condiviso è stata un’idea geniale che ha incantato i lettori e incrementato le vendite dei fumetti. Tuttavia, col passare degli anni, divenne sempre più difficile per chi si avvicinava al mondo Marvel per la prima volta comprendere tutti i collegamenti e le varie trame complicate. Solo chi seguiva da tempo gli archi narrativi riusciva a godersi le storie dei vari supereroi. C’era bisogno di qualcosa che permettesse ai neofiti di esplorare la realtà della casa delle idee.

Multiverso Marvel

Così, vari scrittori ed editori decidono di creare il Multiverso Marvel: vari universi, ognuno con le sue storie, i propri personaggi (quasi sempre gli stessi, ma con origini diverse) e delle avventure che non avevano conseguenze sulle altre realtà. Le storie scritte in precedenza, così come quelle di oggi, appartengono alla “continuity originale” e sono ambientate nella Terra-616. Tra le varianti più amate, invece, c’è sicuramente la Terra-1610, conosciuta anche come “Universo Ultimate”. Adesso lasciate che, proprio come L’Osservatore, vi mostriamo alcuni degli eventi più significativi del Multiverso.

Spider-Verse

Lo Spider-Verse (o Ragnoverso) è nato nel 2014 ed ha avuto subito un grande successo. Tutto inizia quando Superior Spider-Man recluta altre varianti di sé stesso proveniente da universi differenti per fronteggiare la minaccia di Morlun e degli Eredi. Al team si uniscono Peter Parquagh (Terra-311), Spider-Gwen (Terra-65), Spider-Man 2099 (Terra-928) e tanti altri. Per affrontare questi necimi i vari ragni viaggeranno nel Multiverso Marvel mostrandoci un numero enorme di realtà differenti.

Multiverso Marvel

Data la premessa è facile immaginare quanto vasta sia la squadra. Ai ragni di ogni tipo si aggiungono anche un Doc Ock buono e uno zio Ben stranamente ancora vivo. Una storia del genere trasposta al cinema sarebbe il sogno di ogni fan. Abbiamo avuto un piccolo assaggio delle varianti di Peter Parker con Spider-Man – Un nuovo universo e pare che ne avremo ancora con Spider-Man: No Way Home, ma lo Spider-Verse è molto più grande di quanto sembra.

Secret Wars (2015)

Secret Wars del 2015 (da non confondere con il classico del 1984) è stato uno dei crossover più ambiziosi della Marvel Comics. Come vi accennavamo prima, due delle realtà più importanti sono Terra-616 e Terra-1610. A causa di uno strano fenomeno, noto come “Incursioni”, i due universi si fondono in un unico regno chiamato Battleworld.

Gli eroi dell’universo canonico si scontrano con quelli dell’Ultimate. Peter Parker affronta Miles Morales, Steve Rogers lotta contro Sam Wilson e così via. Alla fine sarà Reed Richards a sistemare le cose, ma eviteremo di raccontarvi troppo. Anche se è praticamente impossibile vedere questa miniserie trasposta in live action, sarebbe comunque molto valida sotto forma di What If…?.

Deadpool Corps

Cosa c’è di peggio di Deadpool? Semplice, cinque Deadpool! In questa miniserie il mercenario chiacchierone della Terra-616 viene scelto dal Conteplatore per salvare l’universo da una minaccia imminente. Il nostro eroe, quindi, decide di esplorare il Multiverso Marvel alla ricerca delle varianti di sé stesso disposte a dargli una mano.

Multiverso Marvel

A lui si affiancano Lady Deadpool, Kid Deadpool, Dogpool e Headpool. La miniserie è nata come parodia del gruppo dei fumetti DC Green Lantern Corps, ma prende una strada diversa. Dopo aver visto Loki e la sua squadra di varianti nella serie Disney+, sarebbe divertente osservare anche i vari mercenari agire insieme. L’apertura del Multiverso non è nuova alla formazione di team del genere, dato che già nel 1991 c’erano i Thor Corps.

What If…? e il futuro del Multiverso Marvel

Come ormai avrete capito, What If…? non fa altro che mostrare alcune delle infinite realtà presenti nel Multiverso Marvel. Sulle pagine dei fumetti, Uatu L’Osservatore ci racconta storie alternativa già dal 1977. Ogni spillato è un one-shot che ci fa vedere cosa sarebbe potuto accadere ai nostri eroi in circostanze diverse. Abbiamo visto Spider-Man unirsi ai Fantastici 4Dr. Destino diventare un eroe e Wolverine trasformarsi in vampiro, ma questo è solo l’inizio. La trasposizione animata è fedele in tutto e per tutto all’idea di base degli albi che amiamo: piccoli episodi autoconclusivi che ci mostrano altre versioni di ciò che conosciamo già.

Speriamo che adesso abbiate le idee più chiare riguardo la nascita del Multiverso Marvel e siate incuriositi ad esplorare nuove realtà. Con Loki abbiamo visto l’esplosione del multiverso. Con What If…? stiamo scoprendo alcune varianti della storia del Marvel Cinematic Universe. Ora non ci resta che aspettare Spider-Man: No Way Home per scoprire quali saranno le conseguenze sulle vite dei nostri eroi. Intanto, però, vi invitiamo a farci sapere qual è il vostro universo preferito nei commenti! Scriveteci anche quale What If…? sperate di vedere trasposto e non dimenticate di seguire sempre MonkeyBit per restare costantemente aggiornati.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab