MonkeyBit

MotoGP 21

MotoGP 21 Recensione: un passo nella giusta direzione

La MotoGP è decisamente uno degli sport più seguiti al mondo, specialmente in Italia, e MotoGP 21 è uno dei titoli più attesi nel panorama di videogame racing. L’armonia della livrea, il suono forte e deciso, la sensazione di libertà nel guidare una moto sono degli elementi fondamentali per chiunque ami le due ruote. Milestone, storica compagnia di videogiochi racing, si è occupata dei MotoGP precedenti, come abbiamo potuto notare con la versione 2020. Tuttavia, nonostante la grande gioia dei fan, la versione dello scorso anno peccava in qualche categoria, come la grafica e la HUD un po’ troppo complicata. In questo nuovo titolo però, in uscita proprio oggi, possiamo notare delle bellissime sorprese, che potrete leggere in questa nuova recensione di MonkeyBit.

Una grafica incredibile, che porta il Mugello a casa nostra

L’ultimo titolo, MotoGP 20, è stato davvero un ottimo passo avanti nella storia di Milestone, ma il suo HDR ha fatto storcere il naso a non pochi giocatori. La limitazione grafica e le scadenze che lo studio videoludico ha dovuto rispettare sono state tiranne, a dir poco. Grazie all’approccio della next-gen, possiamo vivere delle corse in una veste completamente rinnovata: ombre spettacolari e curate nel minimo dettaglio, moto e disegni che ci danno la sensazione di poterle tangere… Insomma, non è tutto oro quel che luccica. In questo caso, la pecora nera della famiglia saranno proprio i modelli umani, che stoneranno non poco con l’impatto grafico che MotoGP 21 ci ha dato. Volti senza emozioni, texture obsolete ed una personalizzazione non proprio specifica, anzi forse un po’ troppo generica. Tuttavia, non basterà qualche sguardo perso nel vuoto o delle animazioni buffe a fermare l’avanzata tecnologica della grafica di Milestone, che ha centrato in pieno i bisogni degli appassionati di MotoGP.

Da non dimenticare anche la modalità Foto: grazie alla popolarità dei social, sempre più videogame adottano uno stile “blockbuster”, cercando di risvegliare un piccolo fotografo in ognuno di noi. Si parte da titoli come Tomb Raider, fino ad arrivare addirittura a Super Smash Bros. Ultimate, la voglia di “scattare” il perfetto screenshot non ci abbandona su nessuna piattaforma. Nel caso di MotoGP 21, questa modalità è davvero fenomenale. Abbiamo filtri, maschere, effetti di luce, saturazione, possibilità di rimuovere gli altri piloti e chi più ne ha, più ne metta. Il risultato è incredibile, giudicate voi stessi.

MotoGP 21

Migliorie al gameplay di MotoGP 21? Sì, grazie!

Come funziona un racing game lo sappiamo tutti, ovviamente. Ma MotoGP 21 porta questo genere ad un altro livello. La personalizzazione del mezzo è dettagliata al minimo particolare, partendo dal nostro mezzo, fino ad arrivare allo staff che ci assisterà in gara. Chiunque abbia masticato la versione precedente, saprà già tutto, ma la ripeteremo per i neofiti che stanno mettendo le mani per la prima volta su un titolo simile: le modalità di gioco si dividono in Partita Veloce, Carriera e Multigiocatore. Avremo la possibilità di cimentarci in Gran Premi, Campionati o Prove a Tempo, ognuno di essi differisce dall’altro principalmente per la durata.

Per quanto riguarda la seconda opzione – la storyline del videogioco se vogliamo chiamarla così – sceglieremo una categoria tra Moto2, Moto3 e MotoGP, ed il nostro personaggio comincerà a gareggiare nelle piste del livello selezionato. Avremo una libertà smisurata in qualsiasi ambito, ma soprattutto nello staff che potremmo scegliere personalmente, uno ad uno. All’inizio della nostra carriera, il nostro team non sarà di un livello molto alto, anzi sarà addirittura sotto la media. Il bello di MotoGP 21, però, è che chiunque può diventare una vera e propria stella del motociclismo, avverando un po’ il sogno di ogni bambino.

Questa modalità non è adatta a tutti però, poiché presenta un piccolo intoppo: è davvero complicata. Chiunque voglia solo montare in sella e correre su una pista, eviterà fortemente le ricerche degli ingegneri tecnici, o anche i contratti migliori che il nostro coach ha da offrirci. Per tutti i giocatori che non hanno voglia di impegnarsi troppo, c’è la Partita Veloce, che riesce a regalare emozioni senza troppe pretese.

Infine, parliamo dell’accessibilità. Con questo termine vogliamo indicare quanto il gioco sia accomodante verso chi impugna il joystick, oppure il mouse se siete fuori di testa. Esistono moltissime opzioni in MotoGP 21, quasi troppe per un giocatore casuale; ognuna di queste potrà aiutarci con la nostra guida, come la frenata automatica, che ci aiuta a rallentare in vista di una curva, oppure la rimozione completa dell’usura delle gomme o del carburante, che ci permette di guidare senza le severe fermate nei box. Insomma, questo titolo ha veramente una modalità per chiunque.

MotoGP 21

Quindi, perché dovreste comprare MotoGP 21?

Com’è giusto che sia, esistono gli scettici. Se non fosse per loro, probabilmente non metteremo mai nulla in discussione, quindi la domanda sorge spontanea: perché dovrei comprare MotoGP 21? Le risposte sono tante. Come abbiamo visto anche nei paragrafi precedenti, il titolo si presenta con una nuova veste grafica, in grado di esprimere al meglio ciò che gli appassionati di questo sport vogliono da un videogame.

Milestone quindi ha fatto centro, utilizzando delle grafiche estremamente godibili e chiaramente affacciate alla next-gen. Non è questa l’unica sorpresa però, poiché possiamo vedere A.N.N.A. all’opera: una intelligenza artificiale che rende la CPU più umana, facendo cadere dei piloti in errori catastrofici, o anche in piccoli dettagli che un computer non sbaglierebbe mai. Questa è una chiave più che fondamentale per una esperienza di gioco sana e divertente, ancora più immersiva e decisamente più rilassante, rispetto ad una gara contro degli automi perfetti.

Se non siete ancora convinti, vi possiamo parlare anche del reparto sonoro: infatti, la compagnia videoludica milanese si è impegnata per migliorare ancora di più un reparto che, per i veri appassionati è oltremodo vitale. Il rombo dei motori, lo sfrigolio delle gomme sull’asfalto ed il tifo che viene dagli spalti, sono elementi che vengono davvero apprezzati da un videogiocatore, soprattutto per chiunque giochi indossando delle cuffie.

In conclusione

MotoGP 21 è un racing game strepitoso. Rispetto al suo predecessore, porta l’esperienza di gioco in un altro mondo, con delle grafiche molto realistiche e dei miglioramenti allo stile di gioco incredibili, rendendo l’esperienza completamente nuova ed estremamente migliore rispetto agli anni precedenti. Milestone ha piegato molto più sulla qualità che sull’innovazione, poiché possiamo definire MotoGP 21 una versione migliore, in ogni singolo ambito, del titolo del 2020.

Il gameplay presenta le stesse meccaniche degli scorsi anni, Partita Veloce accontenta chi vuole un assaggio del motomondiale tra le sue mani, e invece la Carriera rende il sogno di chi vorrebbe davvero competere nella lega motociclistica, realtà. Nonostante i dettagli possono essere molto confusi, la HUD di questo titolo 2021 è estremamente accomodante ed intuitiva, aiutando il giocatore a capire ogni singola meccanica del suo veicolo. MotoGP 21 accontenta tutti i tipi di giocatori che amano i racing game, rendendolo uno dei migliori al mondo in questo genere.

MotoGP 21
7.8 / 10 VOTO
PRO
    - La grafica è stupenda, si può assaporare davvero la next-gen
    - HUD molto più intuitiva rispetto ai titoli precedenti
    - IA più umana, che rende le corse più rilassanti e meno ripetitive
    - La modalità foto regala dei momenti davvero sbalorditivi
CONTRO
    - Ottimizzato per console, e non per PC, si consiglia un Joystick invece dei classici mouse e tastiera
    - Non c'è una vera e propria innovazione, anche se ci sono moltissimi miglioramenti
VOTO

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab