MonkeyBit

Monopoly Madness

Monopoly Madness Recensione: un caos ben organizzato

Se si pensa a Monopoly la prima cosa che viene in mente è la famosa scena dei Simpson, dove una tranquilla serata finisce subito in caos con tutta la famiglia coinvolta. Storicamente il celeberrimo gioco da tavolo è conosciuto proprio per riuscire a creare scompiglio in ogni famiglia, tra alberghi comprati e soldi mancanti. Questa nuova versione non è da meno, integrando molte novità interessanti.

Prima di tutto sono stati completamente eliminati i dadi, trasformando così Monopoly Madness in una vera e propria arena nella quali i giocatori potranno scontrarsi. Sia metaforicamente che letteralmente, siccome sarà possibile muoversi liberamenti sulle varie tabelle e spingere gli altri giocatori. Il trailer di presentazione riassume molto bene le nuove dinamiche, introducendo anche una piccola parte della storia disponibile in modalità single player.

Esiste infatti, con nostra grande sorpresa, una storia dietro al cambio delle regole, data dalla voglia di Mr. Monopoly di volersi prendere una meritata vacanza, dopo tanti anni a gestire un vero e proprio impero. Proprio per questo motivo si affida a noi, mettendoci davanti delle partite con regole specifiche che sbloccheranno nuove mappe di gioco. Ovviamente questa parte è totalmente saltabile, optando subito per la modalità online o multiplayer locale.

In maniera simile a come ha già fatto Mario Party Superstars, di cui potete leggere qui la nostra recensione, anche lo storico gioco dei Monopoly ha dovuto cambiare le regole, adattandosi alle nuove tecnologie. Il lancio dei dadi per capire quanti movimenti bisogna fare è stato tolto, rendendo tutto molto caotico ma interessante allo stesso tempo. I tasti necessari saranno praticamente 2: uno per risucchiare e l’altro per spingere.

Soldi, risorse e potenziamenti

Togliendo il fattore dadi, i soldi saranno sparsi per tutta la mappa di gioco e starà a voi il compito di correre e risucchiarli, prima che gli altri giocatori vi precedano e abbiano un vantaggio. Stessa cosa anche per le risorse, che serviranno per poter ampliare le vostre proprietà, in modo da poter guadagnare ancora più soldi. Ci saranno due fabbriche su ogni mappa che produrranno Acqua ed Energia, che potrete raccogliere per un massimo di 7 unità ciascuna.

Una volta riempito il vostro sacco, potete “soffiare” sui vostri edifici, in modo da espanderli e renderli ancora più grandi, aumentando di molto il vostro punteggio generale. Le famose carte probabilità sono ora dei potenziamenti, caratterizzati dall’icona a forma di forziere. Esattamente come nella versione classica sono in grado di poter ribaltare completamente le sorti di una partita, facendovi diventare primi o ultimi.

Quelli disponibili variano e presentano ritorni storici come il famoso e famigerato Vai in Prigione, mentre altri sono specificatamente dedicati a una mappa. I quattro tabelloni presenti sono infatti ispirati a quelli del gioco da tavolo originale, con alcuni piccoli cambiamenti. Vi troverete infatti a dover fare i conti con un treno che vi blocca ogni movimento, con l’acqua che sale durante la marea alta e molto altro, compresi gli ufo.

Monopoly Madness

Questione di tempo

Altra grande novità introdotta all’interno di Monopoly Madness è la possibilità di poter decidere quanto far durare una partita, scegliendo tra 5, 10 o 15 minuti. Non lasciatevi sviare dalle poche possibilità in quanto ogni match può essere ricco di sorprese fino all’ultimo secondo. Il limite temporale vi può semplicemente aiutare nel caso abbiate poco tempo o vogliate fare un match molto frenetico e caotico.

Tra le opzioni disponibili c’è anche la possibilità di poter decidere con quanta frequenza appaiono i potenziamenti, con quanti soldi si parte e molto altro. Sarà anche possibile poter decidere quanto far durare un evento, che cambia di mappa in mappa. Questi ultimi sono in grado di cambiare completamente le sorti di una partita, andando a modificare sia le varie strade che i titolari delle case, portandovi a non possedere nulla alla fine di un match.

Nella modalità storia, giocabile sia in single player che in multiplayer, il tempo è relativo, in quanto alcune missioni necessitano di avere un determinato numero di hotel o soldi prima di tutti. Questo tipo di regole non è però applicabile nelle partite con più persone, dove l’obiettivo finale rimane quello di finire con più proprietà degli altri. Non preoccupatevi inoltre se non avete possibilità di giocare online o con più persone, poiché sarà possibile mettere giocatori AI.

Monopoly Madness

Per quanto riguarda il gameplay, il titolo riesce perfettamente a ricordare il Monopoly originale, aggiungendo quel pizzico di follia necessaria per le nuove generazioni. Se vi aspettavate la possibilità di poter fare una partita un po’ più tranquilla potete provare con solo 2 giocatori, ma anche in quel caso il caos è presente. Quando le partite diventano online o con più persone nella stessa stanza allora le cose cambiano totalmente, facendo risplendere al massimo l’ultimo lavoro di Ubisoft.

La presenza di obiettivi legati al proprio account Uplay permette anche di riscuotere alcuni particolari cappelli o personaggi aggiuntivi, come il famoso, e per alcuni famigerato, Rabbid. I più legati alle tradizioni non devono però preoccuparsi, in quanto sono presenti anche alcuni storici segnalini. Questo è stato un piccolo tocco da parte degli sviluppatori che reputo personalmente molto vincente.

Durante le mie ore di gioco, sulla piattaforma PlayStation 4, non ho mai trovato rallentamenti o problemi di alcuni tipo, nonostante alcune mappe siano davvero grandi. Unico piccolo difetto che posso sentire di aver riscontrato è nella gestione delle inquadrature. Mi sono trovato più volte a cercare di capire dove fossi finito, in quanto non sono presenti indicatori, almeno nella modalità con un solo giocatore.

Adatto a grandi e piccini

Nonostante l’idea di voler giocare a Monopoly possa non essere subito avvicinata a una console come PlayStation o Xbox, il titolo riesce a intrattenere qualsiasi tipo di pubblico, senza limiti di età. Se volete un po’ più di emozione e frenesia potete impostare regole più restrittive e tempi più lunghi, che metteranno davvero alla prova i vostri riflessi. Interessante notare anche come è possibile poter attivare una modalità più facile nelle partite multiplayer.

In questa maniera anche i più piccoli potranno divertirsi, avendo una velocità di movimento, di risucchio e di soffio leggermente maggiore. Questi vantaggi però non significano necessariamente che la partita diventi più facile. Rimane tutto in mano alle decisioni prese, alla velocità nel raggiungere una determinata casa in vendita e molto altro. Inoltre va ricordato che gli eventi sono casuali e possono scombinare qualsiasi tipo di tattica.

La modalità storia permette sia di sbloccare più mappe che di fare esperienza, e capire come muoversi al meglio all’interno dei 4 tabelloni presenti. Sarà infatti necessario dover essere pronti a tutto, poiché possono anche arrivare gli alieni a ridistribuire tutte le proprietà, togliendovi la vittoria negli ultimi 5 secondi. Ve lo dico proprio perché a me è successo più volte, lasciandomi alquanto di stucco.

Monopoly Madness

Il prezzo, di 29,99 € per tutte le piattaforme, è perfettamente equilibrato per il tipo di esperienza che va a restituire. Se lo comprate con l’idea di giocare tutti insieme a casa di un amico, l’acquisto è davvero perfetto, specialmente visto il periodo di Natale. In questa maniera potrete coinvolgere davvero tutta la famiglia con un unico titolo, che supporta un massimo di 4 giocatori contemporaneamente.

Il peso su console PlayStation, di quasi 4 giga, rende l’opera relativamente veloce da scaricare, permettendo anche di non occupare tantissimo spazio. È possibile poter scegliere liberamente la lingua di gioco, con traduzione delle scritte e doppiaggio completamente in italiano. L’esperienza finale è molto simile a quella del gioco da tavolo, con in più la possibilità di mettere un limite temporale alla durata di ogni singola partita.

The Review

7
7
Monopoly Madness

In conclusione

Ubisoft è riuscita ad aggiornare e modificare lo storico Monopoly, creando una versione per console e PC che porta tantissimo caos e divertimento. L'assenza del tabellone originale, dei dadi e di alcune meccaniche può far storcere il naso ai puristi, che però si ricrederanno grazie a moltissime innovazioni. L'opera dà il meglio di sé quando giocata con altri, sia online che in presenza, attraverso più controller.
El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab