MonkeyBit

cuffie da gaming

Le migliori cuffie da gaming di agosto 2021

Le cuffie da gaming rappresentano l’ennesima scelta difficile da fare quando si tratta di scegliere il proprio setup per giocare. Alla fine dei conti dipende sempre dalle esigenze del singolo utente. Sei un giocatore senza pretese a cui serve giusto un paio di cuffie che si sentano bene? Odi avere cavi in giro per la scrivania e non potresti mai utilizzare un dispositivo cablato? Ti basta che le cuffie siano comode e non ti stringano la testa? O ancora, sei un appassionato di FPS competitivi? Ogni necessità può spostare l’attenzione su prodotti diversi. Un prodotto che qualcuno potrebbe considerare perfetto potrebbe rivelarsi terribile invece per un’altra persona.

Per questo, laddove possibile, vi consigliamo prima di provare personalmente i prodotti che vi elenchiamo qui di seguito. Nella lista potrete trovare cuffie da gaming cablate, wireless e qualcosa che soprattutto gli audiofili potrebbero apprezzare. Vi lasciamo giusto una piccola nota: la differenza tra le cuffie closed-back e quelle open-back si può tradurre in parole povere nella capacità di isolamento delle cuffie e nel tipo di suono che esse possono produrre. Le closed-back favoriscono un isolamento massimo dai rumori esterni e snaturalizzano un po’ il suono, rendendolo più compatto e con una certa esaltazione dei bassi. Le open-back, al contrario, non sono adatte per un utilizzo in ambienti rumorosi, tuttavia rendono il suono quanto più vicino alla realtà possibile.

Le migliori cuffie da gaming cablate economiche: Logitech G432

Per chi non vuole spendere molto senza rinunciare allo stretto necessario

Cuffie da gaming Logitech G432

Se desiderate un paio di cuffie senza avere grandissime pretese, le Logitech G432 potrebbero fare al caso vostro. Insomma, fanno poco ma lo fanno piuttosto bene. Per essere un prodotto di fascia media, può vantare ugualmente di una buona comodità, data dall’ampiezza dei padiglioni e della fascia superiore. C’è chi potrebbe trovarle un po’ strette, ma per togliervi il dubbio non potete far altro che indossarle voi stessi.

Sfortunatamente queste cuffie da gaming non sono in grado di isolare adeguatamente i rumori ambientali nonostante la struttura closed-back. Un altro piccolo neo è la mancanza di versatilità: difficilmente vi ritroverete ad usarle per altri scopi al di fuori di quelli ludici. Chiudono il cerchio una notevole resa sonora, buon microfono e le possibilità di personalizzazione tramite il sotware Logitech G HUB.

  • Peso (senza cavo): 280 g
  • Lunghezza cavo: 2 m (USB)
  • Tipo: closed-back
  • Driver: 50 mm
  • Risposta in frequenza: 20 Hz-20000 Hz
  • Impedenza: 39 Ohm (passivo), 5k Ohm (attivo)

Le migliori cuffie da gaming rapporto qualità-prezzo: HyperX Cloud II

Per chi cerca la comodità estrema e una qualità sonora invidiabile

Cuffie da gaming Hyper X Cloud II

Le HyperX Cloud II sono le cuffie da gaming che al momento incarnano il miglior rapporto qualità-prezzo su mercato. Spesso scontate presso i più celebri store online, queste cuffie cablate dispongono di un gran numero di pregi. La prima è la comodita: infatti grazie alla sua solida qualità costruttiva, data dalla leggera struttura in allumino, le HyperX Cloud II spesso diventano le preferite di coloro che si intrattengono spesso in lunghe sessioni di gioco.

Dite addio alle cuffie troppo pesanti e strette sulla testa. Non appena vi abituerete a questo prodotto, vi dimenticherete letteralmente di averle addosso. Un altro aspetto assolutamente da non sottovalutare è l’impedenza di 60 Ohm, che le rende molto buone per giocare agli FPS competitivi più quotati. Quindi basta non capire da dove arrivino i passi dei vostri avversari. Grazie a queste cuffie sarete sempre pronti a tutto! Sono disponibili in ben 3 colorazioni e i padiglioni sono intercambiabili, a scelta tra stoffa e similpelle. Supportano tutte le piattaforme di gioco.

  • Peso (senza cavo): 275 g
  • Lunghezza cavo: 1 m (jack da 3,5 mm) + 2 m (USB)
  • Tipo: closed-back
  • Driver: 53 mm
  • Risposta in frequenza: 15Hz-25,000 Hz
  • Impedenza: 60 Ohm

Le migliori cuffie da gaming wireless: Astro A50 Gen 4 Wireless 2019

Per chi odia i cavi ma non vuole rinunciare alla qualità del suono

Astro A50

L’argomento cuffie da gaming wireless è piuttosto spinoso. Generalmente non solo hanno una qualità sonora inferiore alle sorelle cablate, ma soprattutto, non disponendo di un cavo, soffrono della cosiddetta input lag. Per i più inesperti o per coloro semplicemente non avvezzi ai giochi competitivi, è difficile che venga notato il problema. Chi invece magari si impegna negli FPS a un certo livello, la differenza di ritardo nel segnale potrebbe notarla istantaneamente. Tuttavia, in questo caso specifico, la latenza è davvero ridotta ai minimi termini. Ma i pregi non finiscono qui: nonostante il peso non indifferente, grazie alla sua struttura la comodità non viene a mancare, complici anche i morbidi cuscinetti impiantati nei padiglioni.

I fortunati acquirenti di queste dispendiose cuffie da gaming – ebbene sì, si parla di una cifra che si aggira intorno ai 300€ – potranno avvalersi anche di un ottimo microfono con notevoli capacità di gestione del rumore e un software in grado di soddisfare gli smanettoni più volenterosi. Fate attenzione se volete avvicinarvi alle Astro A50 di quarta generazione: esistono due versioni per console, una per PlayStation 4 e una per Xbox One, però entrambe compatibili con il PC. Qualora un prezzo del genere per voi sia fuori dal vostro budget, vi consigliamo di dare un’occhiata anche alle Logitech G PRO X WIRELESS LIGHTSPEED.

  • Peso (senza cavo): 380 g
  • Lunghezza cavi: 1m (Micro USB), 1m (ottico)
  • Tipo: semi-open
  • Driver: 40 mm
  • Risposta in frequenza: 20Hz–20000 Hz
  • Impedenza:  48 Ohm
  • Wireless: fino a 9 m
  • Durata della batteria: 15 ore
  • Frequenza wireless: 2,4 GHz

Le migliori cuffie da gaming open-back: Beyerdynamic DT 990 PRO

Per gli appassionati di FPS e gli amanti della musica

Cuffie da gaming Beyerdynamic DT 990 PRO

Beyerdynamic è un produttore tedesco specializzato in prodotti audio. In molti magari storceranno il naso a non notare le solite marche più blasonate da gaming, eppure forse c’è una rivelazione che potrebbe sorprendervi. Le cosiddette cuffie da studio, usate per uso professionale in ambito sonoro e musicale, stanno prendendo sempre più piede, soprattutto tra i giocatori di FPS competitivi. Le Beyerdynamic DT 990 PRO, come altre cuffie dello stesso marchio, hanno bassi di buon impatto e un suono pulito e pieno.

Come vi abbiamo accennato in precedenza, in quanto cuffie aperte, sarà necessario utilizzarle all’interno di un ambiente silenzioso, in modo da non inficiare l’esperienza complessiva. Un altro fattore da considerare è l’impedenza davvero molto alta. A 250 Ohm, infatti, è possibile che molti dei vostri dispositivi potrebbero non essere in grado di amplificare a sufficienza il suono delle cuffie. Toglietevi quindi dalla testa di usarle con dispositivi mobili, ma qualora il vostro PC possedesse una scheda madre adeguata, potreste comunque ottenere un risultato discreto.

Per togliervi ogni dubbio, i più esperti consigliano di utilizzare assieme a cuffie ad alta impedenza un amplificatore che possa compensare il basso volume. Le DT 990 PRO sono davvero molto comode – anche se per alcuni potrebbero risultare un po’ strette nel primo periodo – e dispongono di morbidi padiglioni intercambiabili in stoffa. Se discorsi come DAC e amplificatori non entrano nelle vostre corde, date un occhio alle Sennheiser HD 599, anch’esse aperte e favorite da un buon numero di utenti.

  • Peso (senza cavo): 250 g
  • Lunghezza cavo: 3 m (jack da 3,5 mm)
  • Tipo: open-back
  • Driver: 45 mm
  • Risposta in frequenza: 5Hz-35,000 Hz
  • Impedenza: 250 Ohm

La migliori cuffie da gaming closed-back: Audio-Technica ATH-M50x

Per chi vuole suoni bilanciati ma senza rinunciare a un discreto isolamento

ATH-M50x

Le Audio-Technica ATH-M50x rappresentano un’altra eccellenza tra le cuffie closed-back. Audio-Technica, come Beyerdynamic, si presta maggiormente nella creazione di prodotti per audiofili, tuttavia non sono pochi i giocatori che hanno apprezzato la qualità di queste cuffie. Nonostante in genere vengano indicate per un ascolto critico del suono, ovvero per un’esperienza in grado di sviscerare tutti i suoi aspetti più tecnici, gli appassionati di videogiochi hanno potuto constatare un suono molto bilanciato caratterizzato dal giusto livello di bassi. Altra nota di merito è l’estrema comodità che permette di indossarle per lunghe sessioni di gioco.

Le ATH-M50x sono closed-back, quindi chiaramente perdono un po’ quando si tratta di percepire l’ampiezza e la spazialità del suono. Inoltre, nonostante siano chiuse, l’isolamento potrebbe risultare di poco inferiore a quello di altri concorrenti. Per risolvere quest’ultima problema, potreste dare una possibilità invece alle Beyerdynamic DT 770 PRO, che attualmente restano sulla medesima fascia di prezzo di circa 130€.

  • Peso (senza cavo): 275 g
  • Lunghezza cavi (staccabili): 1,2 m – 3 m (cavo a spirale), 3 m (cavo dritto), 1,2 m (cavo dritto)
  • Tipo: closed-back
  • Driver: 45 mm
  • Risposta in frequenza: 15Hz-28,000 Hz
  • Impedenza: 38 Ohm

Siete già in possesso di qualcuna di queste cuffie? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti e per altre recensioni di prodotti tech, come il mouse Razer Basilisk Ultimate o il ROG Strix Carry, non dimenticatevi di restare connessi alle pagine di MonkeyBit.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab