MonkeyBit

Love Victor

Love, Victor Recensione Episodio 9: una serie di sfortunati eventi

Love, Victor è la serie tv firmata Star che stiamo seguendo ogni settimana e che ormai sta giungendo al termine della sua prima stagione. Il teen drama in questione, di cui abbiamo parlato anche in una breve anteprima, è già disponibile su Disney Plus e ha attraversato fasi narrative ben distinte e tutte quante ci sono piaciute molto. Cominciando a fare le somme di quella che è stata l’esperienza della realizzazione, episodio dopo episodio, dobbiamo dire che abbiamo veramente apprezzato il tipo di racconto che è stato proposto al pubblico, tra il divertente e il drammatico, sempre genuino e frizzante al punto giusto.

Arrivando da tre puntate che ci avevano proposto davvero un numero esponenziale di informazioni e sentimenti esposti, non ci siamo stupiti di vedere qualcosa che fosse un po’ meno positivo e decisamente più infelice, un po’ per tutti i personaggi di Love, Victor. Si sente aria di conclusione, la tensione di momenti al culmine, di corde che stanno per spezzarsi sotto il peso di tante, troppe cose che ancora vanno dette. In questo caso il teen drama ha cercato di mettere tutti i problemi rimasti di fronte al pubblico, dicendo “okay, adesso come si fa?”. Insieme a Victor, la sua famiglia e i suoi amici, viviamo delle situazioni tristi, in cui riuscire a far quadrare la cose risulta molto più difficile di quanto avremmo previsto.

E adesso che si fa? Love, Victor e la sua fase conclusiva

La realtà è che questo episodio, narrativamente parlando, ce lo aspettavamo in pieno. Dato che la serie segue uno schema abbastanza semplice e intuitivo, era ovvio che dopo aver scoperto la maggior parte delle carte in tavola sarebbe arrivato un momento di stallo in cui tutto prende la piega sbagliata. In effetti è proprio quello che serve per una chiusura ad effetto, una di quelle con un plot twist tipicamente distintivo dei teen drama, che danno sempre un tono entusiasta (e poco realistico, ma questo già lo sapete).

Non abbiamo particolarmente apprezzato questa puntata in particolare, forse proprio perché eravamo reduci da una narrazione che ci aveva travolto tra spontaneità, momenti sorprendentemente sinceri e tanto altro. Victor ormai è sempre più sconvolto, ma essere stato impulsivo nell’episodio precedente gli ha permesso di rendersi conto di ciò che realmente è. Ha trovato il coraggio di ammetterlo a se stesso e ora, su consiglio di Simon, vuole parlare con qualcuno che significa veramente molto per lui. Ma purtroppo riuscire a farlo sarà molto più difficile del previsto perché una volta tornato pienamente nella realtà, tutto prenderà una forma meno piacevole di quella che si aspetterebbe.

“Victor ormai è sempre più sconvolto”

Comprendere se stessi dopo un viaggio così profondamente travagliato è una fase molto difficile, in cui si fanno anche degli errori impulsivi e capaci di rovinare per sempre qualcosa a cui si teneva particolarmente. Non parliamo solo di Victor, che in questo caso si troverà faccia a faccia con la consapevolezza di aver rovinato tutto, ma anche di Blake e Felix e della famiglia dell’adolescente. L’equilibrio che sembrava essersi stabilito viene interrotto da cosa? Dal fatto che essere sinceri e comprendersi non risolve tutto magicamente e questo è molto più realistico di quanto potrete mai trovare in molti teen drama in circolazione.

Speriamo vivamente che la serie non termini troppo in stile adolescenziale, ovvero rimangiandosi tutta la genuinità proposta fino a ora per rendere contenti i teenager e far accadere tutto quello che non è successo fino alla decima puntata. Sarebbe un cambio di marcia spiacevole e veramente troppo poco realistico. Ciò che ci ci auguriamo per questa prima stagione è la capacità e il coraggio di mediare tra ciò che il target vorrebbe e ciò che il prodotto può riuscire a diventare. Ci spieghiamo meglio: Love, Victor è una serie che parla di ragazzi, di giovani ed è proprio a loro che si rivolge, ma crediamo che cercare di differenziarsi come ha fatto settimana dopo settimana sia veramente una mossa da maestri.

Non scendere a compromessi permetterebbe di alzare leggermente l’asticella dello standard per questo genere di titoli e crediamo che ce ne sia veramente bisogno. Siamo stati ragazzi e come noi anche voi, è ora di dare uno stile diverso a queste opere; possono avere molto più potenziale di quanto ci si aspetterebbe e Love, Victor ne è la conferma.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab