MonkeyBit

Rainbow Six Siege
Love, Victor

Love, Victor 2 Episodio 4 Recensione: superare i limiti

Love, Victor è il nuovo teen drama che potete trovare su Disney Plus. Nelle scorse settimane abbiamo parlato dei nuovi episodi della seconda stagione: abbiamo definito il primo come un caldo abbraccio, il secondo come una doccia fredda e infine il terzo come un’ulteriore dimostrazione del disagio vissuto da Victor. In quanto spettatori, stiamo scoprendo sempre di più la bellezza e le difficoltà della nuova vita del protagonista. Non c’è nulla di semplice, niente di scontato, ma la serie riesce a narrare il tutto in modo omogeneo e interessante.

In questa quarta puntata si cerca di tornare un po’ “alla normalità”: Victor cerca di vivere un weekend di pace con il proprio fidanzato, nella speranza di togliersi di dosso tante insicurezze e tutte le cose spiacevoli accadute nei giorni precedenti. In più, la voglia di scoprire di più l’uno dell’altro – in entrambi i sensi – è un po’ il lait motiv di tutti i trenta minuti. Parliamone nel dettaglio nel resto della nostra recensione.

Love, Victor: i primi approcci

Abbiamo parlato molto della narrazione all’interno della serie tv e della sua capacità di trattare temi che stanno molto a cuore alla comunità LGBTQ+ (e non solo). Questa seconda stagione – come avevamo previsto fin dall’inizio – non ha deciso di focalizzarsi sulla scoperta di se stessi e della propria sessualità, bensì sul processo di rivelazione e di “accettazione” da parte di chi sta intorno al protagonista. Un viaggio più lungo e travagliato del previsto che si sviluppa in modo diverso episodio dopo episodio.

Love, Victor

A differenza di quanto visto nella prima stagione, Love, Victor 2 ha una continua metamorfosi: le sfaccettature della vita di Victor si notano in modo profondo e permettono di creare un andamento fluido e molto realistico della vita del protagonista. Mezz’ora dopo mezz’ora, conosciamo tutte le caratteristiche della vita di un adolescente qualunque che deve scoprire l’amara realtà di chi vuole essere se stesso in una società profondamente bigotta.

“Un viaggio più lungo e travagliato del previsto”

In buona sostanza, all’alba di questa metà stagione, possiamo certificare che Love, Victor non ha nulla di ripetitivo o scontato, bensì cerca di dare voce a una storia molto più universale di quanto potreste credere. Avevamo il timore che la trama potesse rimanere piuttosto piatta – più di quanto non tenda a esserlo già un teen drama in genere – ma per fortuna le nostre paure sono state smascherate. Insieme a questo è giunta finalmente una parte di narrazione che è stata tenuta lontana per molto tempo: la vera e propria questione sessuale.

Love, Victor

Stiamo parlando indubbiamente di una serie che non vuole mettere troppo i piedi in scarpe scomode e in scene troppo complicate per un target giovane. Sapevamo che sarebbe arrivato questo momento e infatti l’intero episodio ruota intorno ai desideri sessuali della coppia Victor/Benji e anche delle loro insicurezze. Il tutto viene “condito” in modo delicato e molto in stile con l’approccio già attuato dal prodotto Star.

“L’intero episodio ruota intorno ai desideri sessuali”

Al pari di molte altre serie tv per i giovani, si cerca di rappresentare la normalità di essere curiosi sessualmente, di avere voglia – e bisogno – di scoprire il proprio corpo e quello del proprio partner. Abbiamo molto apprezzato il modo spontaneo in cui viene affrettata questa parte di Victor: dopo molte peripezie, discriminazioni e momenti difficili sia in famiglia che a scuola, è stato giusto dedicare una puntata intera alla neonata coppia.

Love, Victor

Non stiamo neanche a dirlo, nulla di volgare su schermo, bensì sola tanta adolescenza allo stato puro. Victor si sta esponendo sempre di più, si mostra alla camera in modo sempre più sincero e sempre più maturo, è dolce e capace di unire l’essere romantico con un essere in grado di controllare situazioni spiacevoli e difficili da gestire. Nelle sue insicurezze è comunque il personaggio che riesce a creare più empatia, anche con noi che siamo piuttosto fuori target.

Dobbiamo dire che la serie riesce a mantenere alta l’attenzione del pubblico e continua a narrare in modo variegato la vita e le esperienze di un personaggio con cui empatizzare come Victor.

 

Rainbow Six Siege
El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab