MonkeyBit

Tech

Le migliori tastiere da gaming di agosto 2021

Quando si tratta di scegliere l’hardware per il proprio PC non è mai una scelta facile. Non entrano in gioco solo l’impatto estetico e la comodità dei dispositivi che si decide di utilizzare. È necessario innanzitutto trovare un marchio che possa essere sinonimo di affidabilità, e che presenti nei suoi prodotti caratteristiche che ci rendano il giocare quanto più naturale possibile. Nella lista che vi presentiamo abbiamo raccolto alcune delle tastiere da gaming che reputiamo tra le migliori per questo scopo. Vi avvertiamo però: troverete solo tastiere da gaming meccaniche in quanto considerate le più precise e reattive.

La miglior tastiera meccanica economica: Logitech G413

Tastiere da gaming G413

Tra le tastiere da gaming la Logitech G413 rappresenta il miglior compromesso per chi si vuole avvicinare alle tastiere meccaniche. Dotata di switch di Romer-G Tactile, brevettati dalla stessa Logitech, i giocatori potranno godere di una corsa piuttosto breve (3 mm) e un punto di attuazione che si attesta attorno all’1,5 mm. In caso di passaggio da tastiera a membrana, chi non è abituato potrebbe trovare fastidioso il rumore degli switch, comunque più silenziosi rispetto a quelli di altri concorrenti.

La solida scocca in alluminio e la presenza della funzione antighosting chiudono il cerchio dei pregi e rendono la tastiera quanto più adatta per il gaming. Probabilmente potrebbe non rivelarsi la scelta migliore se avete la necessità di scrivere spesso e volentieri. Gli unici nei sono la mancanza di un poggiapolsi e la scarsa varietà di colori nella retroilluminazione. Attualmente è disponibile nella colorazione carbon (retroilluminazione rossa) e argento (retroilluminazione bianca).

  • Altezza: 13,2 cm
  • Larghezza: 44,5 cm
  • Profondità: 3,4 cm
  • Peso: 1,1 kg (circa)

La miglior tastiera meccanica wireless: Razer BlackWidow V3 Pro

Tastiere da gaming BlackWidow V3 Pro

Se siete amanti dello stile e soprattutto dei dispositivi senza fili, la Razer BlackWidow V3 Pro potrebbe fare al caso vostro. Contraddistinta dalla consueta estetica accattivante Razer, questa tastiera meccanica dispone della celebre tecnologia Razer Chroma RGB, in grado di sfruttare un ampissimo spettro di colori ed effetti di luce dinamici supportati da più di 150 videogiochi.

Anche Razer preferisce montare switch di propria produzione, in questo caso inseriti all’interno di alloggiamenti trasparenti per rendere la luminosità dei colori ancora più spettacolare. La Razer BlackWidow V3 Pro è disponibile con due tipi diversi di switch meccanici: verdi, per i giocatori più agguerriti, che desiderano le migliori prestazioni e punti di attuazione ottimizzati, e gialli per chi invece preferisce una tastiera silenziosa e priva di feedback tattili durante la morbida battuta.

La tecnologia wireless pare aver raggiunto traguardi insperati. Chi ha sempre preferito soluzioni con cavo potrebbe in effetti presto ricredersi, dal momento che l’Hyperspeed Wireless garantisce bassa latenza e input molto reattivi. Altri aspetti da non sottovalutare sono la struttura in alluminio, i tasti in ABS a doppia iniezione, progettati in modo tale che non sbiadiscano e resistano ad un uso prolungato, il morbido poggiapolsi in similpelle e il quadrante pensato per gestire i contenuti multimediali. Insomma, la Razer BlackWidow V3 Pro è imperdibile per chiunque si sia stufato di avere troppi cavi intorno alla propria postazione.

  • Altezza: 15,7 cm
  • Larghezza: 45,7 cm
  • Profondità: 4,3 cm
  • Peso: 1,2 kg (circa)

La miglior tastiera meccanica TKL: Ducky One 2 TKL RGB

Tastiere da gaming Ducky One 2 TKL RGB

Quando si tratta di tastiere da gaming compatte generalmente è meglio affidarsi a due marchi, e uno di questi è Ducky. La casa taiwanese propone da anni tastiere di ogni misura e per tutti i gusti. Le più quotate, tuttavia, restano quelle più piccole, soprattutto le edizione speciali dello zodiaco cinese, spesso introvabili a poco tempo dall’uscita.

La Ducky One 2 TKL RGB non è contraddistinta dai colori sgargianti delle sorelle, sebbene si possa trovare in edizioni differenti dal nero, come la White Christmas Edition e la Razer Edition, nata dalla collaborazione con quest’ultima e che monta i suoi noti switch verdi. Mantiene comunque una discreta possibilità di personalizzazione, dal momento che vengono messi a disposizione in diversi store alcuni set di tasti colorati in PBT, molto apprezzati dal pubblico.

Se consideriamo, inoltre, che è possibile scegliere tra una vasta gamma di Cherry MX all’acquisto, la Ducky One 2 TKL RGB potrebbe venire incontro ai bisogni di molti giocatori e utenti. Gli appassionati di FPS, ad esempio, potrebbero apprezzare la reattività degli switch Silver.

Certo, il suo software di personalizzazione delle luci non urla al miracolo, sebbene comunque permetta di scegliere tra diverse modalità e colori sempre molto luminosi, ma la sua qualità costruttiva e i tasti in PBT a doppia iniezione la rendono un pezzo di hardware quanto più affidabile. La tastiera viene alimentata attraverso un cavo USB Type-C che garantisce un polling rate di 1000Hz e dispone di un’eccellente funzione di antighosting.

È possibile impostare manualmente delle macro senza l’ausilio di alcun programma. Infine, a seconda di quando la ordinerete, riceverete un tasto sostitutivo per la barra spaziatrice con ritratto un animale dell’oroscopo cinese inciso a laser. Il poggiapolsi non è incluso nel prezzo.

  • Altezza: 13,5 cm
  • Larghezza: 36,5 cm
  • Profondità: 4 cm
  • Peso: 950 g

La miglior tastiera meccanica con layout al 60%: Obinslab Anne Pro 2

Obinslab Anne Pro 2

L’altro nome riconosciuto dagli appassionati delle tastiere da gaming compatte è Obinslab. Uno dei suoi prodotti più apprezzati è la Anne Pro 2, tastiera wireless con layout al 60%. Il design resta molto minimale e pulito e si ha la possibilità di scegliere tra due colorazioni per la scocca, bianca o nera, tre tipologie di switch tra Gateron, Box e Cherry e altrettanti tipi di colore per gli switch, ovvero blu, rossi o marroni.

Come la Ducky precedentemente illustrata, le caratteristiche che presenta sono molto essenziali. Nonostante ciò, vanta di un suo software per regolare la retroilluminazione RGB, che garantisce una personalizzazione di tutto rispetto, e che permette di programmare delle macro.

La qualità costruttiva più che solida, i tasti in PBT a doppia iniezione e la tecnologia wireless che permette di collegare la tastiera fino a ben quattro dispositivi rendono la Anne Pro 2 una tastiera ideale per diverse situazioni, soprattutto per coloro che amano avere un sacco di spazio libero in più. L’unica nota dolente è forse l’inclinazione della tastiera che, non essendo regolabile, potrebbe rendere faticose le sessioni più lunghe, visto che anche questa tastiera non è provvista di poggiapolsi.

  • Altezza: 10,2 cm
  • Larghezza: 29,2 cm
  • Profondità: 4,2 cm
  • Peso: 640 g

La miglior tastiera meccanica full-sized: SteelSeries Apex Pro

Tastiere da gaming SteelSeries Apex Pro

La regina delle tastiere da gaming wired è senza dubbio l’Apex Pro di SteelSeries. In quanto prodotto di fascia alta, il prezzo non è dei più economici, ma considerati i numerosi pregi di questa tastiera eventuali soldi spesi potrebbero essere ben più che giustificati. Viene designata come da gaming ma resta comunque molto versatile.

Infatti, la caratteristica più sbalorditiva dell’Apex Pro sono i suoi switch, conosciuti come OmniPoint Adjustable Mechanical Switch. Questi permettono di regolare manualmente il punto di attuazione, e parliamo nello specifico di misure tra i 0.4 mm e i 3,6 mm.

In parole povere, qualora vogliate un’esperienza di gioco con tasti reattivi e precisi, allora molto probabilmente abbasserete il punto di attuazione, altrimenti l’alzerete per evitare errori di battitura nel caso vi serva scrivere per lungo tempo. Anche il tempo di risposta è notevole, ovvero 0,7 ms. In generale, gli switch dell’Apex Pro sono lineari quindi per molti potrebbero essere poco ideali per scrivere, vista la mancanza di un feedback tattile.

Il software di SteelSeries permette numerose funzioni, come la personalizzazione della gamma di colori per la retroilluminazione così come i suoi effetti luminosi e la possibilità di programmare i tasti con delle macro. Le vostre preferenze verranno salvate grazie alla memoria interna alla tastiera.

Altra particolarità degna di nota sono i tasti per gestire i contenuti multimediali e un piccolo schermo OLED che si può gestire come si vuole. La sua struttura in alluminio unita all’ergonomia ben concepita, con tanto di inclinazione regolabile e poggiapolsi magnetico incluso, rendono l’Apex Pro un modello di comodità. È disponibile anche in versione TKL.

  • Altezza: 13,9 cm
  • Larghezza: 43,7 cm
  • Profondità: 4 cm
  • Peso: 970 g

Siete già in possesso di una di queste tastiere? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti e per altre recensioni di prodotti tech, come il mouse Razer Basilisk Ultimate o il ROG Strix Carry, non dimenticatevi di restare connessi alle pagine di MonkeyBit.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab