MonkeyBit

James Bond

James Bond: come dare vita ad una saga immortale

Due giorni fa No Time To Die è arrivato al cinema. Qui potete leggere la nostra recensione. Con questa uscita, oltre a terminare l’arco narrativo di Daniel Craig, la saga di James Bond raggiunge un grande traguardo: 25 film. Per festeggiare insieme questo obiettivo ripercorreremo la storia di come è nato il franchise e della sua evoluzione nel corso degli anni.

Dallo storico Sean Connery al moderno Daniel Craig, passando per l’inglesissimo Roger Moore e l’appasionato Pierce Brosnan. Ogni interprete ha portato dei cambiamenti al personaggio più o meno apprezzati dal pubblico. Magari leggendo riuscirete a trovare anche la risposta al più grande dilemma dell’umanità: chi è il James Bond migliore? Prima di cominciare, come al solito, vi invitiamo a seguire il profilo Instagram di MonkeyBit per restare sempre aggiornati e non perdere le ultime novità.

Come è nato James Bond?

Come molti di voi sapranno, James Bond è nato dalla penna di Ian Fleming, giornalista ed ex militare brittanico. Quello che i più ignorano, però, è il motivo per cui cominciò a scrivere: fuggire dal matrimonio. La vita dell’autore non è stata delle più facili e la prematura morte della sua fidanzata Muriel Wright durante la guerra lo segnò terribilmente.

Nel 1952 sposa Anne Geraldine Rothermere, ma il trauma lo segue e, per distrarsi, lo scrittore si ritira a Goldeneye, la sua villa in Giamaica, dove scrive il suo primo romanzo: Casino Royale. Per il nome del protagonista semplicemente rubò quello di un ornitologo. Cliccando qui potrete scoprire di più su questo aneddoto.

James Bond

Ian Fleming

Qua nasce il suo famoso metodo di scrittura: sei settimane di lavoro divise in due mesi tra gennaio e marzo in Giamaica e quattro ore di scrittura al giorno (tre la mattina e una la sera) per un totale di 2000 parole prive di correzioni. Dopo questa fase iniziale, passava la settima settimana a correggere e sistemare il lavoro svolto in precedenza. Grazie a questa tecnica è riuscito a scrivere dodici romanzi e due raccolte di racconti in 14 anni, una pubblicazione fissa all’anno tra fine marzo e inizio aprile.

Come è nata l’idea dei film?

I romanzi di Fleming non avevano un grande successo. Certo, il suo lavoro era apprezzato, ma non riceveva grandi attenzioni da pubblico e critica. Un giorno, però, si decise di adattare brevemente Casino Royale per la serie tv Climax!. Ad interpretare James Bond venne chiamato Barry Nelson, il primissimo attore a vestire i panni dell’agente 007. In seguito l’autore propose uno show interamente dedicato alla spia inglese, ma venne brutalmente cestinato dalla rete.

James Bond

Barry Nelson nei panni di James Bond

Qualche anno dopo si parlò di un film sceneggiato da Fleming in persona e diretto da Hitchcock. Anche questo progetto venne abbandonato quando il regista decise di dedicarsi ad altro. Finalmente si presenta Albert Broccoli, un produttore già da tempo interessato al materiale originale, ma privo di un socio. Dopo aver acquistato insieme all’amico Harry Saltzman i diritti cinematografici di tutti i romanzi (eccetto Casino Royale), viene fondata la EON Productions.

I due rifletterono a lungo su quale romanzo adattare in base al budget disponibile e, dopo attente riflessioni, optarono per Licenza di uccidere (Mr. No). Nel ruolo della spia c’era Sean Connery, incosapevole di quanto iconico sarebbe diventato. Il resto è storia.

Connery dà problemi

Durante le riprese di Thunderball, Connery iniziò a lamentarsi del ruolo, temendo di essere ricordato nella storia del cinema unicamente per il personaggio di James Bond. Dopo l’uscita di Si vive solo due volte, l’attore annunciò definitivamente il suo ritiro dal franchise. Per il lavoro successivo, quindi, fu chiamato George Lazenby, giovane artista australiano. Il suo Al servizio segreto di Sua Maestà venne apprezzato per la sceneggiatura brillante, ma i fan volevano indietro l’interprete originale.

James Bond

Sean Connery

Per questo motivo i produttori pagarono una cifra inimmaginabile per avere Connery di nuovo al lavoro: 1.25 milioni di dollari più il 12,5% dei diritti dell’opera. L’attore accettò e prese parte a Una cascata di diamanti, che fu il suo ultimo ruolo prima di lasciare il testimone all’altrettanto amato Roger Moore. Quest’ultimo ha il record di performance, essendo stato James Bond ben sette volte tra il 1973 e il 1985.

Questo è uno dei motivi per cui molti sostengono sia lui il “vero” 007, oltre al fatto che, tra tutti, fu l’unico vero inglese ad interpretare il personaggio.

L’amore di Pierce Brosnan

Nel 1985, dopo l’addio definitivo di Moore, la famiglia Broccoli era alla ricerca di un nuovo James Bond. Tra i primi candidati c’era un ostinato Pierce Brosnan. L’attore, però, dovette rinunciare in quanto legato contrattualmente ad una serie televisiva. Come ripiego il ruolo andò a Timothy Dalton, che vestì i panni della spia due volte prima di andare via. Brosnan fu chiamato ancora una volta tra un film e l’altro, ma in questa occasione non prese parte al progetto per stare accanto alla moglie malata di cancro.

James Bond

Roger Moore

Solo nel 1994 Pierce Brosnan riuscì a realizzare il suo sogno, ammettendo di aver deciso di intraprendere la carriera di attore dopo aver visto Goldfinger da piccolo. I suoi quattro film sono iconici e ricchi di passione. Tra le altre cose, la sua è stata la prima interpretazione in cui 007 non fuma. Purtroppo i fan non lo accettarono subito: nonostante tra tutti gli interpreti precedenti solo Roger Moore fosse inglese, gli spettatori ebbero da ridire sulle origini irlandesi di Brosnan, proponendo anche un boicottaggio del film. Fortunatamente il lavoro fenomenale che tutti videro sullo schermo bastò a far ricredere gli scettici.

L’arrivo di Daniel Craig

Dopo aver trasposto tutti i romanzi e i racconti di Ian Fleming, in alcuni casi stravolgendo la trama a causa di continuity alterate, la EON decise di iniziare la saga da zero. La scelta fu molto coraggiosa e passarono quasi quattro anni prima di trovare l’attore giusto. Finalmente arrivò la risposta definitiva: Daniel Craig. L’unico altro James Bond inglese oltre a Roger Moore.

Pierce Brosnan

Il reboot di Craig del 2006, Casino Royale, diede nuova vita alla saga, facendo appassionare una nuova serie di spettatori. Stavolta la produzione si impegnò a rispettare una certa continuity, in modo da raccontare una storia lineare tra una missione e l’altra della spia. Con l’uscita di No Time To Die possiamo dire che la promessa è stata rispettata e le aspettative sono state superate.

Qual è l’unico e vero James Bond?

Come avete potuto leggere in questo articolo, ogni interprete ha portato qualcosa di speciale al personaggio. Sean Connery ha dato vita alla saga, ma è stato Roger Moore a vestire più volte i panni dell’agente 007. Anche se Pierce Brosnan, spinto da una grande passione, ha fatto il possibile per rendere i suoi unici quattro film memorabili. Va anche detto, però, che la spia dei giorni nostri è Daniel Craig.

Su Dalton non abbiamo detto molto, a causa del suo breve lavoro, ma fu l’unico a portare sullo schermo il personaggio serioso dei libri, a differenza degli altri un po’ sopra le righe. Lo stesso non si può dire di Lazenby che, purtroppo, è etichettato come l’unico dimenticabile.

Daniel Craig

Quindi, la domanda da fare resta una: Chi merita il titolo di James Bond assoluto? Fatecelo sapere nei commenti: date vita al dibattito. Siamo pronti a discuterne con voi. Noi scimmie vi salutiamo e vi rimandiamo qui nel caso in cui voleste leggere altro sul mondo del Cinema.

El Camino

What's your reaction?

343 Industries
0
Alter Ego Games
0
Animal Crossing
0
Ariete
0
Assassin's creed Valhalla
0
Attacco dei Giganti
0
Bad Robot
0
Baywatch
0
Call of Duty: Warzone
0
Capcom
0
CD PROJECT RED
0
CD Projekt RED
0
Cold War Zombie
0
Cold War Zombies
0
Crunchyroll
0
Crystal Dynamics
0
Cyberpunk 2077
0
Dave Chappelle
0
Devil May Cry
0
Devolver
0
Disney+
0
Dog of Widsom
0
Dungeon Crawler
0
edizioni
0
Electr
0
Emerald Fennell
0
Frontier
0
Genda
0
Genshin Impact
0
GiGO
0
Giochi da Tavolo
0
Grezzo
0
Halo infinite
0
Harry Potter
0
Hypostatic Symphony
0
Iron Man
0
Kadokawa
0
kaguya sama love is war
0
Krafton
0
L'Attacco dei Giganti
0
La vita è meravigliosa
0
Legends of Runeterra
0
LGBTQ
0
Loki
0
Loop Hero
0
Mandarino
0
manga
0
Marvel Cinematic Universe
0
Marvel Comics
0
MCU
0
miHoYo
0
Mokadelic
0
Monster Hunter Rise
0
Natale 2020
0
Netflix
0
New Horizons
0
Ninendo
0
Nintendo
0
Nintendo Indie World
0
Nintendo Switch
0
NOW TV
0
NVIDIA DLSS
0
PC
0
peaky blinders
0
Persona
0
Phantasy Star
0
Planet Manga
0
Planet Zoo
0
PlayerUnknown's Battlegrounds
0
Playstation 4
0
PlayStation 5
0
PlayStation Now
0
PlayStation Plus
0
Pokèmon
0
Preorder
0
PUBG
0
Re:ZERO
0
Re:ZERO Starting Life in Another World
0
Riot Games
0
Riven
0
Romulus
0
Sega
0
Serendipity
0
Shang-Chi
0
Skies of Arcadia
0
Sky
0
Sony
0
Spider
0
Spider-man Miles Morales
0
Square Enix
0
Steam
0
Steven Knight
0
Summertime
0
Super Mario
0
The Faceless
0
The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel
0
Tokyo Game Show 2021
0
Tokyo Godfathers
0
Tomb Raider
0
Treyarch
0
ubisoft
0
Un amore tutto suo
0
Universal Studios
0
Viktor
0
Wario Ware Get It Together
0
Warner Bros
0
Xbox
0
Xbox Series X/S
0
Zatanna
0
Zelda
0
Zoe
0

Comments

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab