MonkeyBit

Eastward

Indie Reminder – Eastward

Dopo aver parlato di Cris Tales la scorsa settimana, oggi vogliamo ricordare un altro indie in uscita che si prospetta essere davvero interessante ma che, purtroppo, non possiede anche ancora riferimenti precisi in merito ad una data d’uscita. Parliamo di Eastward, un action-adventure alla Zelda sviluppato dal team indipendente Pixpil Games e pubblicato da Chucklefish (che ha già prodotto altri ottimi giochi tra cui Timespinner, Stardew Valley, Wargroove e il più recente Inmost). Lo sviluppo del titolo è iniziato nel 2015 coinvolgendo inizialmente solo tre software house, i quali hanno utilizzato un engine proprietario per dar vita ad un’avventura dallo stile davvero suggestivo. Negli anni sia il team che le ambizioni dell’opera sono cresciuti e ciò a portato alla realizzazione di quella che potrebbe rivelarsi una graditissima sorpresa. Andiamo quindi a vedere a chi si rivolge e perché è da tenere d’occhio nel prossimo futuro.

Eastward

A chi è indirizzato?

Nel suo gameplay, Eastward raccoglie meccaniche da serie come Mother e The Legend of Zelda. Gli appassionati delle due opere potrebbero quindi trovare nel gioco di Pixpil Games un prodotto probabilmente adatto ai loro gusti. L’ambientazione, caratterizzata da un mondo decadente e una società in rovina, può far sicuramente la felicità di chi ama i contesti post-apocalittici, soprattutto considerando la loro rappresentazione in una pixel art molto curata nei dettagli. Non mancano, da ciò che si è potuto vedere, umorismo e stranezze che interessando sia il mondo di gioco che i bizzarri nemici da combattere.

Perché è da tenere d’occhio?

L’art direction di Eastward è ispirata all’animazione giapponese degli anni ’90 e la splendida e dettagliata resa visiva è data da una combinazione di retro (lo stile in pixel art) e moderno (un sistema di illuminazione 3D). Lo stile però non è chiaramente l’unico motivo per cui è interessante il titolo, che promette bene anche dal punto di vista del gameplay. Le fasi di gioco mostrate fino a questo momento, per quanto non siano moltissime, hanno fatto notare un level design efficace e meccaniche divertenti basate sulle proprietà uniche dei due protagonisti.

Il primo, John, è un minatore che combatte con armi che vanno da un lanciafiamme ad una semplice padella, la quale può essere utile anche per risolvere determinati enigmi ambientali. Sam è invece una ragazza misteriosa che possiede poteri utili a farsi strada tra nemici e altri elementi del mondo di gioco. Il gameplay è quindi basato su un utilizzo alternato tra i due personaggi così che si possano aiutare a vicenda nel proseguimento della loro avventura. Quest’ultima, in pieno stile Zelda, sarà costellata anche da dungeon in cui si presume siano insediati la maggior parte dei puzzle. A ciò si aggiunge anche una colonna sonora promettente composta da Joel Corelitz (che, curiosità, ha lavorato anche ad alcune tracce di Death Stranding).

Eastward

Certezze e Dubbi

Tra le certezze non possiamo che inserire la qualità dell’affascinante stile grafico e dell’ambientazione curata e dettagliata, nonché un gameplay che pare accessibile e spassoso. Restano dubbi certamente sulla varietà delle situazioni che il titolo saprà proporre e come riuscirà ad evitare la ripetitività, ma si è visto ancora troppo poco per poter farsi un’idea più precisa.

Data d’uscita e piattaforme di gioco

La data d’uscita di Eastward, previsto per ora su PC e Nintendo Switch, è ancora avvolta nel mistero, anche se per ora si parla di un generico 2020. Considerando la situazione attuale problematica per molti sviluppatori, è possibile che possa essere in vista un rinvio in questo senso, ma meglio attendere come sempre notizie dal team di sviluppo.

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab