MonkeyBit

Hawkeye

Hawkeye Recensione dei primi due episodi, missione Natale

Con la Quarta Fase avviata a gennaio da WandaVision, la Marvel ha iniziato a gettare le basi per alcuni degli eventi che ci accompagneranno per molti anni. Passando da The Falcon and The Winter Soldier a Loki per poi arrivare sul grande schermo con Black Widow, Shang-Chi ed Eternals, i Marvel Studios hanno segnato un gran numero di successi e sono pronti ad accompagnarci in nuove avventure. Anche Hawkeye, la nuova serie televisiva in arrivo su Disney+, fa parte di queste, in tutto il suo spirito natalizio.

Il Clint Barton interpretato da Jeremy Renner è uno dei personaggi più longevi dell’interno Marvel Cinematic Universe e, sebbene non sia  sicuramente uno tra i più celebri ed apprezzati dal pubblico, ha sempre saputo lasciare un segno ed è universalmente riconosciuto come il più umano tra gli Avengers. Supereroe, marito, amico fedele e padre di famiglia, è giunto il momento di dare più spazio al formidabile arciere che ci accompagna sul grande schermo da più di dieci anni.

Come le precedenti produzioni della Quarta Fase, anche Hawkeye è ambientata dopo gli eventi di Avengers: Endgame (Black Widow a parte). Diretta da Rhys Thomas e dal duo di registi Bert e Bertie, la nuova serie Marvel è composta da sei episodi che saranno rilasciati sulla piattaforma streaming con cadenza settimanale ogni mercoledì. Noi abbiamo avuto la possibilità di vedere in anteprima le prime due puntate, che debutteranno su Disney+ il prossimo 24 novembre, ed ecco la nostra recensione.

Hawkeye, missione Natale

Come vi abbiamo già anticipato in precedenza (e come quasi tutte le altre produzioni della Quarta Fase fino ad oggi), Hawkeye è ambientata dopo Avengers: Endgame e, con più precisione, esattamente due anni dopo gli eventi del film. Fin dai primi minuti della serie siamo trasportati in una suggestiva New York addobbata a festa, tra brillanti luminarie e un’inconfondibile atmosfera natalizia. Mancano effettivamente pochi giorni a Natale e Clint Barton (Jeremy Renner) è assolutamente certo di poter passare le festività in tranquillità con la sua famiglia.

Ma bastano pochi secondi per capire che l’uomo è ancora profondamente scosso dal suo passato e, come la sua controparte fumettistica, ha perso quasi completamente l’udito. Queste due caratteristiche sono enfatizzate fin dai primi minuti della serie mentre, insieme alla sua famiglia, sta guardando l’attesissimo Rogers: The Musical, lo spettacolo che racconta la grande battaglia di New York dal primo film degli Avengers. Tra ricordi annebbiati e la comprensibile sofferenza nel vedere una Vedova Nera danzare sul palco è evidente che, dopo gli eventi di Avengers: Endgame, anche Clint Barton non è più lo stesso.

Hawkeye

Nel frattempo, dall’altra parte della città, facciamo la conoscenza della giovane Kate Bishop (Hailee Steinfeld). Nata in una delle famiglie più ricche e potenti degli Stati Uniti, la ragazza ci viene immediatamente presentata come una grandissima atleta, capace di destreggiarsi in una grande varietà di sport differenti. Quello che preferisce, tuttavia, è proprio il tiro con l’arco, una passione nata per seguire il suo supereroe preferito e modello di vita, Occhio di Falco.

Dopo aver perso suo padre durante la battaglia di New York mostrata nel primo Avengers, infatti, Kate è rimasta colpita dal formidabile arciere e ha iniziato ad allenarsi per diventare come lui. Proprio per questo motivo, la ragazza sogna per lei un futuro da supereroe, nonostante le numerose pressioni da parte di sua madre Eleanor (Vera Farmiga). Dopo essersi ricongiunta al resto della sua famiglia in seguito ad uno spiacevole incidente, la giovane Bishop si trova presto coinvolta in un problema molto più grande di lei.

“Il mio passato mi ha raggiunto”

Dopo aver rubato il costume di Ronin in un’asta clandestina, Kate inizia immediatamente ad essere braccata dalla Tracksuit Mafia mentre, attratto dal suo passato da guerriero solitario e intenzionato a lasciarsi alle spalle quegli anni di terrore, Clint segue le tracce lasciate dal combattimento. Le storie dei due personaggi si incrociano proprio in questo modo, in un’atmosfera natalizia estremamene suggestiva che fa da sfondo ad un’avventura adrenalinica e ricca d’azione.

Riprendendo a grandi mani dalla celebre e apprezzatissima run a fumetti di Matt Fraction e David Aja Omnibus (sia per quanto riguarda lo stile narrativo che l’approccio grafico, a partire dai poster pubblicati fino ad oggi), Hawkeye si prospetta essere una delle serie televisive Marvel più divertenti e riuscite di sempre.

Hawkeye

Questi primi due episodi, infatti, ci trasportano immediatamente nel fulcro dell’azione e riescono regalarci dei momenti veramente preziosi, soprattutto per quanto riguarda il rapporto tra i due personaggi e il lato più umano ed emotivo di uno degli eroi che, nel corso degli anni, ci ha sempre accompagnati tra combattimenti, morti, sconfitte e vittorie. È stato lui a consolare Scarlet dopo la morte di Visione (anche se poi sappiamo com’è andata a finire) e a lottare con Natasha per sacrificarsi su Vormir in cambio della Gemma dell’Anima.

Proprio per questo motivo, nonostante sia uno dei supereroi più bistrattati dell’intero MCU, Occhio di Falco è probabilmente il personaggio perfetto per ricevere uno spin-off a lui dedicato. E, sotto questo punto di vista, gli appassionati di fumetti non aspettavano altro che vederlo finalmente vestire i panni di mentore. Hawkeye riesce quindi a bilanciare alla perfezione la volontà di esprimere al massimo il potenziale emotivo e narrativo di Clint Barton, arricchendo il tutto con un ritmo coinvolgente e ricco d’azione.

Hawkeye, cambio di programma

Per concludere, questi primi due episodi di Hawkeye raggiungono e superano le aspettative, presentandoci ufficialmente nuove minacce  nascoste nell’ombra e, soprattutto, una nuova eroina. La Kate Bishop di Hailee Steinfeld, infatti, è assolutamente perfetta e non vediamo l’ora di scoprire quale sarà il suo futuro all’interno del Marvel Cinematic Universe. Dopotutto non possiamo dimenticare che alcune produzioni recenti sembrano aver lanciato le basi per la creazione di un gruppo di giovani eroi nella quale lei potrebbe ricoprire il ruolo di leader.

Non ci resta che aspettare le prossime settimane per vedere in che modo i due personaggi continueranno a combattere insieme ma, soprattutto, per rispondere all’interrogativo più grande dell’intera serie. Riuscirà Clint Barton a passare il Natale insieme alla sua famiglia? Vi ricordiamo che i primi due episodi di Hawkeye saranno disponibili sulla piattaforma streaming Disney+ a partire dal prossimo 24 novembre.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab