MonkeyBit

El Internado Las Cumbres

El Internado: Las Cumbres Recensione del nuovo teen drama

El Internado: Las Cumbres è la nuova serie tv spagnola già disponibile su Amazon Prime Video. Dopo la nostra anteprima, dedicata alle nostre impressioni sui primi quattro episodi, ecco finalmente la recensione su tutte e otto le puntate che compongono questo teen drama. L’intento di questo pezzo è riosservare ciò che avevamo affermato in precedenza, cercando di vedere se alcune idee sono rimaste oppure sono cambiate; e se si sono evolute in modo differente, precisare se sono migliorate o peggiorate nell’arco della seconda metà della serie. Ma prima di entrare nel dettaglio delle nostre opinioni, diamo qualche informazione sul nuovo prodotto firmato Amazon.

Reboot di El Internado: La Laguna Negra, famosissima serie tv spagnola del 2007, gli otto episodi de Las Cumbres si svolgono all’interno di un collegio sperduto tra le montagne, completamente isolato dal mondo esterno e vicino a un monastero dall’aria inquietante e macabra. L’unico scopo della scuola è di tenere sotto controllo tutti gli studenti, ragazzi ribelli mandati in questo luogo dai loro genitori, proprio per comprendere il significato della disciplina, prima di essere ritornati in società. Tra litigi con gli adulti, misteri irrisolti, vicende spaventose e storie da adolescenti, la prima impressione data da questa serie tv è stata che fosse una versione horror di Elite di Netflix.

 

Adolescenti in ambiente horror aka teen drama sanguinolento

Come abbiamo già anticipato, sia nel titolo sia nella sezione precedente, questa serie vuole principalmente indirizzarsi ai ragazzi, più precisamente agli adolescenti, e questo va preso in considerazione dal momento in cui andiamo a giudicare la trama e il modo in cui vengono trattate le vicende; soprattutto se prendiamo in considerazione ciò a cui viene data più visibilità nel corso della storia. L’idea di base è quella di creare una cronaca del terrore farcita delle esperienze di protagonisti giovani, più che relatable per il pubblico a cui si fa riferimento, capace di attirare più pubblico possibile, promettendo mistero e personaggi con cui creare empatia. Il che per noi è meno facile del previsto, dato che siamo fuori target.

 

El Internado: Las Cumbres

 

Come abbiamo già affermato nell’anteprima e nell’introduzione, ribadiamo che questa serie ha palesemente le sembianze di Elite ma con la fortuna, e la capacità, di puntare comunque verso toni molto più macabri e controversi. Proprio per questo avevamo grande curiosità di vedere e finire El Internado, sperando in una sottotrama più interessante e che spingesse maggiormente verso il tema dello “spaventoso”. In effetti dobbiamo dire che il mistero, la suspance e gli omicidi sono ciò che più attrae non solo i ragazzi ma anche chi, come noi, è un po’ oltre il pubblico per cui “è cucito su misura” questo prodotto.

 

“Ciò che invece salva El Internado: Las Cumbres è il lato horror, che pur essendo un po’ confusionario, rimane interessante.”

 

I protagonisti sono quattro (o meglio cinque) adolescenti che fanno di tutto pur di ingannare gli adulti di Las Cumbres, anche se questo significa rischiare la vita tra pericoli di ogni genere. Sono personaggi ribelli, perfettamente in linea con i teen drama più in voga. Ma onestamente questo non ci ha particolarmente stupito e nemmeno entusiasmato. Tutto ciò che riguarda le avventure strettamente legate all’immaturità, all’ira, alla voglia di fuggire dei ragazzi, non è poi così interessante; non lo era nelle prime quattro puntate in particolare, ma riesce ad essere più “attraente” nella seconda parte. Ciò che invece salva El Internado: Las Cumbres è il lato horror, che pur essendo un po’ confusionario, rimane interessante e rende il tutto più dinamico.

 

Tra gli spaventi e il coraggio di osare

Ci teniamo a precisarlo, la serie non spicca per originalità ma, tra quelle dello stesso genere, ha il vantaggio di creare un’atmosfera profondamente spettrale, lugubre sia nell’ambientazione sia nel modo in cui è stata progettata la narrazione. Sicuramente non è per tutti già solo per questa scelta. Se nell’anteprima mostravamo qualche dubbio sostanziale su questa parte dell’opera spagnola, c’è da dire che in questa recensione vogliamo affermare che i nostri pensieri negativi al riguardo sono stati, in buona parte, cancellati. Di scene esplicite e impressionanti ce ne sono parecchie, con qualche jumpscare in grado di divertire ed elettrizzare un po’ tutti.

 

 

Per quanto il racconto dei misteri non sia eccezionale e tenda ad essere abbastanza superficiale, il lato raccapricciante c’è eccome fin dai primi episodi ma, in modo molto più sostanziale, nelle puntate successive e finali. Da questo punto di vista è una piacevole sorpresa che si spinge leggermente oltre i limiti imposti da opere simili, come abbiamo visto in altri casi. El internado: Las cumbres è riuscito ad intrigarci, a suo modo, molto di più di quanto ci saremmo aspettati inizialmente. Se fosse stata ampliata ulteriormente la parte oscura e inquietante ci avrebbe attratto ancora di più, ma capiamo che sarebbe stata una serie molto diversa.

“Di scene esplicite e impressionanti ce ne sono parecchie, con qualche jumpscare in grado di divertire ed elettrizzare un po’ tutti.”

Inoltre questo prodotto spagnolo tende ad essere piuttosto provocatorio, rappresentando sessualità e segreti dei personaggi in modo particolare, capace di scioccare sicuramente una buona parte del pubblico. In effetti potrebbe non essere nelle corde di tutti, ma siamo convinti che possa essere apprezzata da diversi tipi di pubblico anche per questo suo lato meno canonico. Pur rimanendo una serie da otto episodi da binge watching leggero e abbastanza spensierato, nonostante la sua caratteristica sanguinolenta, Las Cumbres non è poi così male. Sicuramente molto meglio di quanto avremmo creduto nelle prime due/tre puntante, che essendo sinceri ci avevano lasciato piuttosto indifferenti per la maggior parte della loro durata.

 

 

In conclusione ci sentiamo di non elogiare in modo smodato questa serie ma neanche di bocciarla. È un prodotto godibile, soprattutto se si vuole vedere qualcosa senza troppo impegno ma pur sempre gradevole. Vi consigliamo di dare un’occhiata anche considerando che al momento le produzioni sono inferiori, numericamente, rispetto a qualsiasi altro periodo storico. Non neghiamo che il piacere di vedere qualcosa di drammatico e horror, seppur non così particolare o ben caratterizzato, ci ha permesso di godere delle otto puntate in modo molto entusiasmante. Pur non spiccando per originalità, Las Cumbres è un prodotto medio che potrebbe interessarvi, magari per passare una serata tra brividi e confessioni amorose.

El Internado: Las Cumbres Recensione
6.3 / 10 VOTO
PRO
    - Componente horror trattata abbastanza bene
    - Dinamiche coinvolgenti, piuttosto oltre le righe essendo una serie per ragazzi
    - Cast valido
CONTRO
    - Teen drama con stereotipi abbastanza comuni
    - Non spicca per una narrazione profonda o ben caratterizzata
VOTO
El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab