MonkeyBit

Rainbow Six Siege
Donkey Kong

Donkey Kong compie quarant’anni pieni di avventure e banane

Donkey Kong è uno dei personaggi più iconici di Nintendo, e il 9 luglio 2021 compie quarant’anni, rendendolo uno dei personaggi più longevi del mondo videoludico. Ma come nasce? Su quale console? Le risposte sono nel 1981, e nessuna, perché il primo videogioco riguardante questo scimmione era un cabinato. Dobbiamo anche a lui la nascita di Super Mario dato che sono effettivamente nati nella stessa opera. L’idraulico aveva anche un nome diverso da quello che conosciamo, infatti all’epoca era conosciuto come Jumpman e il suo obiettivo nel gioco era di salvare la sua fidanzata Pauline dalle grinfie di Donkey Kong saltando sulle travi di un palazzo in costruzione evitando i barili che gli venivano lanciati.

Donkey Kong: nasce, cresce, lancia barili agli idraulici

Ma questo è solo l’inizio della lunga storia che caratterizza il grosso gorilla, infatti il primo capitolo che abbiamo appena visto ha anche avuto un seguito. L’opera si chiama Donkey Kong Jr., anch’esso platform come il predecessore, solo con un piccolo scambio di ruoli. Questa volta il cattivo è proprio Jumpman ed ha rapito il gorilla antagonista dello scorso gioco che in questo caso sarà nostro padre, dato che impersoneremo Donkey Kong Jr., ed il nostro compito è di salvarlo. Qui siamo ancora nel 1982 e solo un anno dopo esce il terzo capitolo della serie, dove DK tornerà a fare la parte dei villain, e noi guideremo un cacciatore di nome Stanley.

Questa volta si discosta dal concept originale del gioco, infatti da platform passa ad essere uno sparatutto. Il nostro compito è di eliminare il gorilla sospeso fra due liane ed i suoi aiutanti spostandoci su delle piattaforme immobili per non farci colpire. Il vero salto di qualità della serie però avverrà circa 11 anni dopo: facciamo un bel balzo in avanti nel 1994 per introdurre il videogioco che ha reso famoso questo personaggio: stiamo parlando di Donkey Kong Country per SNES. Lo sviluppo del titolo è stato fatto dallo studio Rare sotto la supervisione di Shigeru Miyamoto, ovvero il suo ideatore.

Donkey Kong

Lui è il capo della banda e lo sapete bene

Lo scimmione fu un successo con oltre nove milioni di copie vendute, e cavalcando l’onda del successo ebbe dei seguiti come Donkey Kong Country 2: Diddy’s Kong Quest e Donkey Kong Country 3: Dixie Kong’s Double Trouble!. Come già anticipato dai titoli, oltre ad essere diventato una serie, ha introdotto anche nuovi personaggi nell’universo di Donkey Kong, come Diddy Kong, Dixie Kong e Funky Kong. Oltre alle numerose serie di videogiochi che hanno seguito quest’ultimo, la figura del gorilla con la cravatta rossa è diventata un simbolo per Nintendo, agli inizi anche più di Mario.

Possiamo dire che il vero antagonista dell’idraulico quindi non è Bowser come tutti penseranno, ma Donkey Kong; il lucertolone è arrivato secondo cercando di emularlo. Che poi pensandoci bene cosa avrà mai fatto Mario per farsi rubare la ragazza prima da uno scimmione e poi da un Koopa troppo cresciuto? Questo non ci è dato saperlo e comunque stiamo divagando; torniamo al nostro festeggiato, che adesso comincia a sentire il peso dell’età.

Donkey Kong 64

Personalmente agli inizi non avevo mai posto la mia attenzione su di lui, sembrava un cattivo come tanti altri, forse pure con qualcosa di meno. Ero ancora bambino la prima volta che approcciai i giochi Nintendo e ancora non capivo la loro valenza, essendo cresciuto principalmente con degli FPS. In adolescenza però mi intrigò la storia della nascita di Super Mario e del videogioco in sé per sé, finché non scoprii che se non fosse stato per Donkey Kong, molto probabilmente il successo che ha ora Nintendo magari non ce lo avrebbe, o forse ne avrebbe semplicemente di meno. Da lì in avanti iniziai a cambiare la mia opinione su di lui, arrivando a preferirlo anche di più rispetto a Bowser, che fino a quel momento pensavo fosse il primo ed unico nemico di Mario.

Donkey Kong è un personaggio molto importante, tanto che ha dei cameo in ogni titolo della serie dell’idraulico vestito di rosso, e compare persino in tutti i Super Smash Bros. Tra parentesi, è anche molto forte se lo si sa usare in un certo modo, ed è il personaggio che uso di più in Mario Kart. Posso dire con franchezza che mi ha segnato scoprire la sua storia e come la sua esistenza abbia consolidato un marchio come Nintendo, che ci ha deliziati per moltissimi anni con prodotti di qualità eccelsa.

Voi cosa ne pensate? Sapevate che Donkey Kong era così importante? Fatecelo sapere con un commento qui sotto e ricordate di rimanere sintonizzati su MonkeyBit per news e guide sempre fresche, ma soprattutto per essere sempre aggiornati sul mondo dei videogiochi.

Rainbow Six Siege
El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab