MonkeyBit

Ghost of Tsushima messo a nudo da concept art mozzafiato

Tra poche settimane, precisamente il 17 luglio uscirà Ghost of Tsushima, firmato Sucker Punch Productions. Si tratta sicuramente di uno dei titoli più attesi dalla community, insieme a The Last of Us Part II. Non c’è, tuttavia, da meravigliarsi per cotanta hype da parte dei giocatori. Riguardare l’episodio di State of Play dedicato al titolo è tutto quello che serve per comprenderne i motivi. Il mondo di gioco è risultato decisamente affascinante, già dagli scorci di gameplay, ma la casa sviluppatrice di videogiochi con sede a Bellevue ha davvero deciso di viziare i fan.

Basta osservare uno dei trailer del gioco per capire che Ghost of Tsushima ha degli ambienti mozzafiato. Dalle vaste valli, foreste lussureggianti e aspri campi di battaglia, l’opera offre ai giocatori un’ampia gamma di immagini sorprendenti. Un titolo impressionante per la componente artistica, in grado di far rendere al meglio la bellezza degli scenari. Andiamo quindi ad osservare insieme queste splendide concept art.
Il primo pezzo illustrato è di Ian Jun Wei Chiew, senior concept artist che lavora nel settore cinematografico e videoludico. Attualmente Ian ha sede a Seattle, ed è attivo nelle produzioni di Sucker Punch oltre a lavorare come libero professionista in svariati progetti.

La seconda e la terza rappresentazione sono di Mitch Mohrhauser, anch’egli artista e freelancer. Mitch ha lavorato a titoli di giochi come EVE Online, Dust 514, World of Darkness e vari altri giochi tripla A.

Ultimo ma non ultimo, il quarto gioiello artistica è di Romain Jouandeau. In precedenza, Romain ha lavorato in WB Games Montreal, Quantic Dream e Disney.

Mentre ci si avvicina all’uscita, vi consigliamo caldamente di liberare spazio sul disco rigido della PS4. L’esclusiva PlayStation richiederà ai giocatori di avere almeno 50 GB pronti. Da tenere presente che potrebbe essere necessario ancora più spazio il giorno del lancio a causa di un’eventuale patch del day one. 

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment