MonkeyBit

Brawl Stars

Brawl Stars: guida definitiva a Byron

Brawl Stars è un titolo su cui abbiamo speso moltissime parole. Quello che risulta essere uno dei migliori prodotti del mercato mobile, presenta una forma tanto semplice quanto intricata. La difficoltà varia da brawler a brawler e oggi cercheremo di aiutarvi con uno degli ultimi arrivi, Byron. Questo personaggio di supporto mitico risulta essere molto complesso per alcuni giocatori che se lo ritrovano nella propria collezione. La difficoltà principale è data dalla dualità degli attacchi principali e della ultimate che possono sia curare che danneggiare tutti i nemici. Approcciarsi quindi agli avversari in modo frettoloso non risulta mai una scelta corretta e fermarsi a pensare può farci perdere più tempo di quello che effettivamente abbiamo. Come tutte le altre volte, il successo di un campione dipende dalla pratica che abbiamo con esso ma, grazie ai nostri consigli, riuscirete a dominare con una marcia in più. Vediamo quindi nel dettaglio Byron e la guida su come utilizzarlo al meglio.

Statistiche base e abilità

Su Brawl Stars le statistiche di un personaggio aiutano molto a capire il suo ruolo durante la partite. Da buon supporto, Byron ha 4/5 punti di utilità grazie alle continue cure che è in grado di fornire. Parlando dell’attacco possiamo trovare un buon 3/5, sufficienza piena nell’aggressività. Se dobbiamo dare un giudizio sulla difesa invece, 2/5 sono davvero pochi punti e rendono Byron molto debole nei combattimenti. Cercando di essere più precisi, al livello 1 Byron ha 2400 punti vita, fa 380 danni/cure al secondo con i colpi normali e infligge/ripristina 1500 punti vita con la sua ultimate. Se queste statistiche vi sembrano basse è perché effettivamente lo sono e non permettono a Byron di brillare come dovrebbe.

Il brawler ha due abilità stellari: Malessere, che riduce del 50% tutte le cure ai nemici colpiti dalla ultimate, e Iniezione, che ci fornisce un colpo che trapassa i nemici ogni 3,5 secondi. Come Gadget abbiamo Kit di Pronto Soccorso, che ci sprecherà un attacco base per curarci di 800 al secondo, oggettivamente tanti punti. Come si può facilmente notare, tutte le stellari mirano a migliorare l’offensiva di Byron che, date le basse statistiche, non riesce a impattare come dovrebbe. Sia Malessere che Iniezione rendono il medico molto pericoloso e gli permettono di distruggere lentamente un’intera squadra.  Per la build finale consigliamo di tenere Malessere nelle modalità basate sul controllo, come Arraffagemme e Dominio, e Iniezione su quelle in cui bisogna avanzare verso un obbiettivo, come Footbrawl e rapina.

Brawl Stars

Entriamo in partita!

Byron non è un brawler in grado di arrivare nella prima linea e distruggere tutti, mettetevelo bene in testa. Il medico deve stare la maggior parte del tempo dietro ai suoi alleati e sfruttare il suo range altissimo per avvelenare più nemici possibili. Un personaggio avvelenato è molto peggio di un personaggio morto perché è reso estremamente vulnerabile da ogni tipo di attacco. Quando avveleniamo un nemico, questo non sarà in grado di nascondersi nei cespugli perché verrà continuamente rivelato e non potrà curarsi una volta che si sarà messo al riparo, per non dimenticare che comunque subirà dei danni. I punti vita tolti da Byron non sono importanti e la sua funzione è quella di indebolire i nemici a tal punto che i vostri alleati possano finirli. Non bisogna dimenticarsi però della nostra seconda funzione, quella del medico, tanto importante quanto facilmente ignorata. Le cure che daremo noi non saranno immediate, ma continue, e questo significa che potrebbe avere senso anche curare un alleato quando la sua vita è piena. Questo ora potrà permettersi di buttarsi in un combattimento, assicurato da un vostro sostegno continuo. Con Byron è quindi fondamentale non avere mai colpi nella riserva e sparare di continuo, perché nel peggiore dei casi curerete un vostro alleato. Nel vostro mirino dovrete tenere sempre i nemici, cercando di avvelenarli tutti contemporaneamente, non focalizzatevi quindi su uno solo. Questa azione non è solo inutile ma vi farà perdere tutto lo spirito tecnico che Byron segna nella partita.

Brawl Stars

Come detto nel precedente paragrafo, colpire i nemici deve essere una nostra priorità anche se a volte lo stesso Brawl Stars non sembra molto d’accordo. Usando la mira automatica spareremo verso il personaggio più vicino a noi, indipendentemente dal fatto che questo sia un alleato o un avversario. È quindi buona abitudine dimenticare completamente questa meccanica quando utilizziamo Byron, dato che risulterà controproducente e un insulto all’immenso raggio di azione che questo personaggio può sfruttare. Come abbiamo detto in precedenza, mirare i nemici deve essere il vostro compito principale, ma in certe occasioni, fissarsi sul curare un alleato può portare a vittorie schiaccianti. Vediamo ad esempio una partita di Footbrawl in cui siete in squadra con un brawler che vuole subito entrare in porta, come Bibi o Maxine. Voi volete sostenere tutte le loro pushate perché se Bibi ha continuamente la vita piena e il gadget attivo, risulterà praticamente immortale e fare goal sarà una passeggiata. Per la ultimate non abbiamo molto da dirvi perché risulterà estremamente situazionale. Utilizzatela appena è disponibile su un alleato in difficoltà o su un nemico in fin di vita. Questa abilità può cambiare molto velocemente in ogni combattimento, e ricordatevi: se prendete un alleato e un nemico insieme, avete tirato un’ottima ulti. Aspettare delle ore per la situazione perfetta sarà solo una perdita di tempo e questo vi deve rimanere bene in testa.

Anche questa guida termina qui. Come al solito vi invitiamo a restare connessi qui su MonkeyBit per non perdervi tutte le ultime notizie dal mondo dei videogiochi, e sui nostri social. Per scaricare Brawl Stars vi basterà cliccare su questo link per andare direttamente sul sito ufficiale.

Brawl Stars

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab