MonkeyBit

Rainbow Six Siege
Bong Joon-ho

Bong Joon-ho, regista del folgorante Parasite, sarà il prossimo presidente di giuria della biennale di Venezia

Bong Joon-ho è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico sudcoreano con una carriera che, allo stato attuale, ha raggiunto un picco di notevole importanza. L’autore, che ha realizzato opere significative come Memories of Murder (2003) che l’ha consacrato al grande pubblico, The Host (2006), l’apprezzatissimo Snowpiercer (2013) e molto altro ancora, ha trionfato, con il folgorante Parasite (2019), agli Oscar dell’anno scorso in ben quattro categorie: Miglior film, Miglior regista, Miglior sceneggiatura originale e Miglior film in lingua straniera. Un lungometraggio, che abbiamo analizzato qui, davvero incredibile che, oltre ad avere meriti artistici notevoli, è stato il simbolo di una maggiore apertura all’Oriente dell’Academy, la quale ha meritamente messo su un piedistallo un grandissimo artista.

Bong-Joon ho

Ebbene, le statuette d’oro ottenute non sono state le uniche soddisfazioni per Bong Joon-ho: il suo titolo cult Snowpiercer è diventato una serie tv (qui trovate la nostra recensione in attesa della seconda stagione), Parasite anche riceverà un adattamento televisivo ad opera di Adam McKay (La grande scommessa, Vice), mentre la sua figura sta ottenendo sempre più traguardi, in particolare uno molto significativo nelle ultime ore. Come annunciato da ANSA e da altre testate nazionali, l’autore sudcoreano sarà il prossimo presidente di giuria della biennale di Venezia, nella sua 78esima edizione. In merito a questo importante incarico assegnatogli, il film-maker ha commentato:

“La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia porta con sé una storia lunga e varia e sono onorato di entrare a far parte della sua bellissima tradizione cinematografica. In qualità di presidente di giuria – e soprattutto come cinefilo – sono pronto ad ammirare e applaudire tutti i grandi film selezionati dal festival. Sono pieno di speranza ed eccitazione”.

Il Direttore artistico Alberto Barbera, che ha voluto fortemente la presenza di Bong all’interno dell’esecutivo, ha aggiunto:

“La prima, buona notizia riguardante la 78esima Mostra del Cinema di Venezia è che Bong Joon-ho ha accettato con entusiasmo di presiedere la Giuria. Oggi, questo grande regista coreano è una delle voci più autentiche e originali del cinema mondiale. Gli siamo immensamente grati per aver accettato di mettere la sua passione di cinefilo attento, curioso e spregiudicato al servizio del nostro festival. È un piacere e un onore poter condividere la gioia di questo momento con gli innumerevoli estimatori, in tutto il mondo, dei suoi straordinari film. La decisione di affidare la Giuria a un cineasta coreano, per la prima volta nella storia del festival, è anche la conferma che la kermesse veneziana abbraccia il cinema di tutto il mondo, e che registi di ogni Paese sanno di poter considerare Venezia la loro seconda casa”.

Una scelta davvero molto significativa, innovativa ed estremamente interessante. Prima ancora di essere un grande regista e sceneggiatore, Joon-ho è un amante estremo del cinema, un estimatore assoluto che non può che aver apprezzato enormemente un prestigio simile. Ci auguriamo che, alla luce di questo inedito incarico, il film-maker porti tutto il suo entusiasmo, umiltà e professionalità al servizio della Settima Arte.

Parasite

Rainbow Six Siege
El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab