MonkeyBit

Black Knight

Black Knight: le origini del Cavaliere Nero nei fumetti

Qualche giorno fa Eternals è arrivato nelle sale. In occasione della sua uscita parleremo di Dane Whitman, conosciuto dai fan dei fumetti come Black Knight, il Cavaliere Nero. Nel film non abbiamo modo di vedere l’eroe in azione, ma gli appassionati degli albi Marvel sanno che questo personaggio è molto più di ciò che sembra.

Prima di iniziare, come al solito, vi invitiamo a seguire MonkeyBit anche su Instagram per restare sempre aggiornati. Nel caso in cui voleste sapere qualcosa in più sugli Eterni vi lasciamo questo link. Se, invece, vi interessa approfondire altri supereroi della nuova fase del Marvel Cinematic Universe, potete trovare informazioni su Shang-Chi e Kate Bishop.

Black Knight

Una delle tante versioni di Black Knight

I cinque Cavalieri Neri

Prima di introdurre Dane Whitman, il Black Knight attuale, è importante parlare dei suoi quattro antenati. Infatti Dane è solo il quinto di una lunga stirpe di Cavalieri Neri che hanno scelto di volta in volta se schierarsi col bene o con il male. Il primo di tutti fu Sir Percy di Scandia, un abile spadaccino cugino di Re Artù (sì, proprio quello) che ricevette da Merlino la Spada d’Ebano, un’arma incredibile forgiata da un meteorite. Questo cavaliere fu sconfitto da Mordred, il villain per eccellenza del nostro eroe, che possiede il Pugnale d’Ossidiana, anche questo proveniente dallo stesso meteorite.

Dopo la morte di Sir Percy, Merlino gli ha incantato l’anima, in modo che potesse tornare sulla Terra ogni volta che il mondo avesse avuto bisogno di lui. Ad ereditare le vesti da Cavaliere Nero fu Sir Raston, nipote di Percy, che, guidato dallo spirito dello zio, ritrovò la Spada d’Ebano nel castello di famiglia. Anche lui usò i suoi poteri per il bene, ma, fatta eccezione per uno scontro contro Kang il conquistatore, non ha mai preso parte a grandi battaglie, restando il più dimenticabile dei cinque cavalieri.

Black Knight

I primi quattro Black Knight

Il terzo cavaliere è strettamente legato a Dane Whitman, visto che per molto tempo hanno condiviso lo stesso corpo. Sir Eobar di Garrington era un lontano discendente dei primi due eroi e combatteva come crociato in Terra Santa. Questo erede, però, non era abbastanza degno di vestire i banni di Black Knight, così, mentre ai giorni nostri il corpo di Dane Whitman era stato pietrificato dall’Incantatrice, la sua anima fu trasportata da Merlino nel XII secolo, in modo che potesse combattere attraverso il suo antenato.

Il quarto cavaliere fu Nathan Garrett, anche lui indegno dell’eredità di Sir Percy, così decise di utilizzare i suoi poteri per servire il male. Questo Black Knight ha affrontato più volte gli Avengers, mostrandosi un abile avversario soprattutto grazie alle sue conoscenze scientifiche, oltre alla già citata abilità con la spada (caratteristica comune di tutti i Cavalieri). Dopo uno scontro con Iron Man, dove rimase in punto di morte, Garrett decise di lasciare l’eredità a suo nipote Dane Whitman, confessandogli le sue malefatte e affidandogli il compito di redimere la figura del Cavaliere Nero.

Black Knight: come è diventato un supereroe?

Dane Whitman, proprio come suo zio, è un abile scienziato. Inizialmente, non sentendosi in grado di essere il nuovo Black Knight, decise di utilizzare solo le sue capacità scientifiche al servizio del bene. Durante uno dei suoi esperimenti sul magnetismo, però, riportò sulla Terra Magneto, precedentemente esiliato dagli X-Men. Appena tornato sul pianeta, il villain ha rifondato la Confraternita, così Dane decise di unirsi agli Avengers per fermarlo.

Black Knight

Dane Whitman

I Vendicatori non accettarono l’aiuto di Cavaliere Nero, credendo si trattasse ancora del malvagio Nathan Garrett. Dane approfittò di questo equivoco per unirsi ai Signori del Male capitanati da Crimson Cowl (Ultron). Il suo piano era quello di sconfiggere i malvagi dall’interno, ma venne smascherato. Una volta scoperta la verità, gli Avengers lo accettarono nel gruppo e Whitman divenne un grande amico di Captain America. Quest’ultimo lo addestrò nelle arti marziali, rendendolo più agile di tutti i suoi altri predecessori.

Cosa ha a che fare Dane Whitman con gli Eterni?

Dane Whitman ha fatto parte di molti gruppi di eroi. Tra i team più importanti possiamo citare gli Avengers, gli Excalibur, gli MI-13 e gli Eroi in Vendita. Eppure, come potete leggere, non ha mai fatto parte degli Eterni. Come mai compare nel loro film? Semplice: Black Knight, proprio come nella pellicola, ha una relazione con Sersi. Le cose, però, sono un po’ diverse. Lui è già a conoscenza della natura della sua compagna ed ha già ereditato il ruolo di Black Knight da suo zio pentito, cosa di cui non siamo ancora certi guardando il film.

Black Knight

Black Knight e Sersi

Va anche detto che, prima di innamorarsi definitivamente di Sersi, ha avuto delle storie anche con Crystal, l’Inumana moglie di Quicksilver (sì, il fratello di Wanda), e Wasp, Janet Van Dyne. Il suo collegamento con gli Eterni non è casuale, visto che la relazione con Sersi è al centro di una delle storie più importanti del Cavaliere Nero.

Chi è Proctor?

Dane Whitman è diventato ufficialmente Black Knight quando il fantasma di Sir Percy gli ha consegnato la Spada d’Ebano. L’arma, però, è maledetta e può condurre alla follia chi la utilizza. Prima che questo potesse accadere a Whitman, Doctor Strange riuscì a spezzare la maledizione, sempre grazie all’aiuto dello spirito del Cavaliere Nero originale. La stessa sorte, però, non è toccata a Proctor. Questo villain è una versione di Dane proveniente da un universo alternativo.

Black Knight

Proctor e Black Knight (due varianti di Dane Whitman)

Nel suo mondo natio, Proctor, a capo degli Avengers, è diventato pazzo a causa della Spada. Non è questo, però, a renderlo malvagio. Sersi l’ha abbandonato, motivo per cui decide di viaggiare attraverso tutto il Multiverso per uccidere tutte le varianti dell’eterna. Dopo numerosi scontri in cui il villain riesce a catturare anche Uatu L’Osservatore, morirà per mano della sua amata, che lo trafigge proprio con la Spada d’Ebano.

Ora che conoscete la storia di Black Knight cosa ne pensate? Avevate già sentito parlare del personaggio? Qual è l’avventura che preferite? Fatecelo sapere con un commento! Siamo ansiosi di sapere la vostra opinione. Intanto noi scimmie vi diamo appuntamento a venerdì per un nuovo speciale articolo Comics.

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab