MonkeyBit

Back 4 Blood

Back 4 Blood: guida per i principianti, trucchi e consigli per iniziare

Back 4 Blood, nuovo titolo della Turtle Rock Studios è un vero e proprio successore spirituale di Left 4 Dead. Incarna infatti molto dello spirito del predecessore, differenziandosi però in svariate feature chiave che vanno apprese a pieno per muoversi con brillantezza nel titolo. La possibilità di padroneggiare l’utilizzo del sistema di carte ed il deck building, di cui abbiamo parlato in un’altra guida, fa davvero la differenza ma non è tutto.

L’opera è infatti più complessa, in più aspetti, rispetto a Left 4 Dead. Questo porterà sicuramente molti giocatori ad avere esperienze inizialmente complesse ed una situazione di stallo quasi inevitabile nelle prime fasi. L’idea di questa guida è propria quella di fornire a voi lettori una serie di consigli efficaci per approcciare al meglio Back 4 Blood. Assorbite dunque questi suggerimenti, strategie e utili chicche prima di prendere il toro per le corna e lanciarvi nel gioco.

Back 4 Blood

Chi va piano va sano e va lontano

Può sembrare un consiglio banale, a tratti lo è davvero per i più esperti, ma è davvero la chiave di volta in Back 4 Blood. Procedere in modo lento, cauto è metodico è davvero come inserire la easy mode. A differenza di titoli simili, tra cui il già ripetutamente citato Left 4 Dead, è davvero difficile trovare exploit o modi per aggirare le complessità. I punti di generazione dei nemici sono assai più precisi e hanno un design tecnicamente molto superiore.

Correre a testa bassa in avanti vi porterà soltanto a schiantarvi contro una muraglia vivente di zombie perdendo, nella migliore delle ipotesi, tonnellate di vita. Risulta invece davvero affidabile prendersi il giusto tempo, sfoltendo l’orda quando possibile e mantenendo l’attenzione sulle minacce come gli Stinger. I muri possono essere i vostri peggior nemici se fanno da piattaforma di lancio per nemici dal salto letale.

Non dividetevi mai!

Altra regola sempreverde, applicabile per quasi qualsiasi situazione, dalle giocate su D&D ai MOBA e per finire anche a Back 4 Blood: a prescindere dal vostro play style sicuro e meticoloso, che starete mantenendo avendo letto i paragrafi precedenti, prima o poi finirete comunque in un’imboscata o in un punto estremamente pericoloso. L’unico modo per scappare da alcune trappole e permettere ad un proprio alleato di uccidere la minaccia e liberarvi, non potrete in alcun modo farlo da soli.

Comportarsi da lupo solitario è fondamentalmente un suicidio, al contrario muoversi in branco è potenzialmente devastante per i nemici. La combinazione delle due strategie illustrate in questa guida vi permette infatti di mantenere sempre sfoltita l’orda e di essere fondamentalmente immuni alle imboscate a bersaglio singolo. Prudenza è dunque la parola chiave.

L’esplorazione in Back 4 Blood è importante: occhio ai dettagli 

Esplorare con molta attenzione le aree è importante. Molto spesso nelle stanze nascoste o secondarie è possibile accaparrarsi utilissimi oggetti, armi, munizioni e molto altro. Non saltare punti della mappa farà la differenza tra delle partite con pochissimi consumabili rispetto ad altre in cui sarete pieni di bendaggi e granate varie. In alcune stanze è anche presente una postazione di primo soccorso in grado di curare un personaggio in maniera totale.

Back 4 Blood

Gestite le vostre risorse, non siate spreconi

Le munizioni sono relativamente abbondanti in Back 4 Blood, questo non vi autorizza a trattarle come fossero spazzatura, disegnando smile sui muri coi proiettili. Specialmente nelle modalità più complesse, che tagliano i punti di spawn delle munizioni, vanno sapute gestire. Utilizzare delle armi secondarie, meno potenti, o direttamente delle armi da contatto è spesso il modo migliore per farlo. Muovendovi in modo corretto di rado avrete bisogno della massima potenza di fuoco.

Badate bene, anche le armi che utilizzerete come secondarie hanno spesso un potenziale di danno molto alto alto; quindi, si tratta fondamentalmente di un modo intelligente e poco pericoloso di gestire risorse per quando ne avrete davvero bisogno. Conservare le munizioni per armi più potenti è spesso la differenza tra una partita vittoriosa ed una cocente sconfitta.

Continuate a seguirci su MonkeyBit per tutte le novità su Back 4 Blood e molto altro ancora. Inoltre, se vi interessa la recensione del titolo, potete cliccare qui.

Back 4 Blood

El Camino

What's your reaction?

Developed by SpawnLab