MonkeyBit

attacco dei giganti

Attacco Dei Giganti 4 Recensione del quinto episodio

Data la pausa che la serie ha preso a causa delle feste, l’episodio 64 de l’Attacco dei Giganti, intitolato “Dichiarazione di guerra”, è stato atteso con molta ansia dai fan, anche perché, come abbiamo già detto su MonkeyBit, la puntata precedente ci aveva lasciato tutti con il fiato sospeso, vista la ricomparsa del nostro leggendario protagonista Eren Jeager. Cosa ci riserva questa nuova uscita firmata Studio MAPPA? Scoprilo insieme su MonkeyBit! L’episodio è disponibile sulle piattaforme streaming di VVVVID e Amazon prime Video.

La scorsa puntata “Da una mano all’altra”, ci ha dato la possibilità di osservare come la famiglia Tybur, la quale possiede uno dei nove giganti fondatori e il rispetto di tutto il globo per essersi alleata con l’impero di Marley per instaurare la pace ai tempi della fondatrice Ymir, stesse mettendo in scena uno spettacolo per spiegare la verità legata ai demoni dell’isola delle tre mura ai potenti del mondo. Abbiamo ascoltato questa verità, la quale ha lasciato tutti presenti con il fiato sospeso e le lacrime agli occhi: il fatto che non sia ancora giunto un attacco dall’isola di Paradis è perché Re Fritz, una volta giunto sull’isola con più Eldiani possibili e con il potere del gigante fondatore, aveva fatto un giuramento di rinuncia alla guerra, il quale attraverso la condivisione dei ricordi, avrebbe trasmesso anche ai successivi eredi al trono. Adesso, il gigante fondatore non è più nelle mani della famiglia reale, ma di un certo Eren Jeager, e questo può significare solo una cosa: la guerra è vicina.

attacco dei giganti

Vista questa minaccia sempre più pressante, Willy Tybu invita ad andare oltre l’odio del passato e le differenze razziali e a combattere insieme contro i demoni dell’isola. Durante questo teatrino però, poco distante, avviene il confronto tra Reiner ed Eren. Eroi alternativi per cause opposte, ma con la stessa filosofia del “conquista o muori” che evidenzia quanto siano identici questi due personaggi. L’attacco che Tybur voleva tentare di mandare all’aria, inizia in modo incredibilmente spettacolare e crudele.

Attacco dei Giganti: l’evoluzione dei suoi personaggi

La sequenza temporale in questo episodio è molto ridotta e la maggior parte degli avvenimenti si svolgono nel corso di un discorso e di uno spettacolo teatrale. L’avvenimento principale e la conversazione avvenuta tra Eren e Reiner, la quale rende questo episodio diverso da qualsiasi altro per la tensione onnipresente: Eren si presenta a Reiner con un taglio sulla mano, pronto per trasformarsi, deciso a regolare i conti con il passato e quando ad un certo punto sembra capire il perché delle passate azioni di Reiner, illudendolo, si trasforma e fa la sua epica comparsa. “Dichiarazione di guerra” da valore ad ogni frase e rende ogni istante altamente emotivo. È costantemente avvincente vedere qualcuno risoluto come Reiner ridursi ad un’ameba tremante e singhiozzante mentre Eren si limita a portare avanti con sicurezza il suo piano.

attacco dei giganti

La paura di Reiner per Eren mette in luce uno degli elementi più soddisfacenti di una serie quando giunge alla sua ultima stagione: guardare quanto sono cambiati i personaggi dall’inizio. L’Eren smarrito e pietrificato della stagione precedente è irriconoscibile. A questo Eren non importa di nulla, ed è agghiacciante quando minaccia di trasformarsi in un Titano e di uccidere le persone nella comunità di Reiner, considerando il fatto che all’inizio lui stesso ha ricevuto la stessa distruzione.

MAPPA sta facendo un ottimo lavoro con la serie, e da come ha annunciato il nostro protagonista, i leggendari superstiti del corpo di ricerca stanno per fare il loro ingresso. Probabilmente nel prossimo episodio avremo la possibilità di osservare un titano mai apparso prima, tenete d’occhio MonkeyBit per non perdervi nessun aggiornamento! La preview della prossima puntata è già disponibile, fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Developed by SpawnLab