MonkeyBit

From Software

Analisi della narrativa dei titoli FromSoftware

Bentornati in questo nuovo articolo di Once Upon a Game, oggi parleremo della narrazione e della storia di una serie di giochi molto famosi ed amata dalla maggior parte dei giocatori, ma odiata anche da altrettanti a causa della sua difficoltà molto elevata. Infatti oggi parleremo della serie di titoli prodotti da FromSoftware cioè Dark Souls, Bloodborne e Demon Souls. Di Sekiro ne parleremo alla fine visto che la sua narrazione è molto semplice a differenza dei capitoli appena citati.

Cercheremo di analizzare al meglio questo tipo di narrazione particolare questa volta, ed introdurremo per la prima volta nella rubrica il concetto di “Lore”. La Lore è una tipologia di narrativa che non viene raccontata esplicitamente nel titolo, ma viene spiegata tramite oggetti particolari nel mondo di gioco, collezionabili sui quali viene scritta la storia del mondo di gioco, degli avvenimenti che sono successi per portare il mondo che stiamo esplorando allo stato in cui è adesso, storie di personaggi secondari eccetera.

Partendo dal primo Dark Souls veniamo introdotti al mondo di Lordran la casa degli antichi lord dove Gwyn il signore dei tizzoni, Nito il re tombale, la strega di Izalith e Seth il senzascaglie costruirono una città dopo aver domato la minaccia dei draghi grazie al potere della fiamma primordiale e al tradimento di Seth verso la sua razza, a causa della sua invidia per scaglie dei suoi simili. Poi il Nano furtivo ha preso l’anima oscura ed ha creato l’umanità. Dopo questa grande battaglia iniziò l’età del fuoco che fu un’era di pace e prosperità. Però come tutte le cose belle era destinata a finire visto che la fiamma iniziava a spegnersi. Vennero cercate varie soluzioni come il tentativo fallimentare della strega di Izalith di ricrearla usando la magia. Allora Gwyn con i suoi cavalieri d’argento vincolò a sé la fiamma facendola di nuovo bruciare intensamente, anche se nonostante il suo nobile sacrificio la fiamma sarebbe tornata a spegnersi prima o poi. Mille anni dopo la fiamma sta di nuovo per spegnersi, e fra gli uomini adesso si distinguono i portatori del segno oscuro, che indica la maledizione dei non morti. La leggenda narra che un non-morto prescelto sia colui che dovrà succedere a Gwyn vincolando la fiamma a sé e far riprendere l’età del fuoco.

From Software

Non credo ci sia nemmeno bisogno di dirlo, il non-morto prescelto saremo noi. La nostra storia inizia nella prigione dei non morti, anche se effettivamente della storia del gioco cosi direttamente ci viene detto solo questo. Qui riprendiamo il concetto di Lore, che in Dark Souls è molto presente visto che la storia del gioco la si può scoprire nella sua interezza cercando gli oggetti sparsi per il mondo di gioco e leggendone le descrizioni. Esattamente, la storia del gioco sarà racchiusa interamente nella descrizione degli oggetti, armi e drop dei boss che troveremo in giro. Il nostro personaggio (che sarà completamente customizzabile) sarà un anonimo non-morto nella prigione dei non-morti, di cui non sapremo nulla del suo passato né come saremo arrivati li. Sapremo soltanto che saremo il prescelto che dovrà vincolare la fiamma per succedere a Lord Gwyn.

Per ogni titolo di FromSoftware le storie cambieranno ma il modo di raccontarla resterà sempre lo stesso, tranne che per Sekiro ma ci arriveremo poi. Come ad esempio in Bloodborne cambierà l’ambientazione, il tempo (visto che Dark Souls e Demon Souls sono ambientati in un medioevo alternativo invece Bloodborne è ambientato durante l’Era vittoriana), ed il protagonista (ad esempio in quest’ultimo non saremo un non-morto ma un cacciatore di bestie). Infatti la storia del titolo inizia con la firma del patto per ottenere il sangue curativo creato dalla chiesa della cura, che è il motivo per cui Yharnam la città in cui sarà ambientato il titolo sarà molto conosciuta. Il motivo per il quale questo sangue curativo attiri tutta questa gente è che può guarire ogni male. Una volta ottenuto il sangue curativo diventeremo cacciatore di belve ed entreremo nel sogno del cacciatore, luogo spettrale che fungerà da nostra safe-zone che funzionerà come quella di Dark Souls 2 e 3. Piccolo appunto per chi non sa come funziona questa modalità introdotta per la prima volta in Dark Souls 2, sarebbe un falò o nel caso di Bloodborne una lanterna principale dove puoi teletrasportarti da qualsiasi altro punto disponibile nel mondo e ogni volta che si ritorna c’è un NPC che ti permette di salire di livello o comprare oggetti per continuare la nostra avventura. La motivazione per la quale esiste la stirpe dei cacciatori è che uno degli effetti collaterali del sangue curativo consiste nel trasformare le persone che lo usano in belve spietate, il nostro compito sarà ripulire la città fino all’alba del giorno dopo. Anche qui non sappiamo nulla del nostro passato, né perché volessimo questo sangue curativo.

From Software

Invece per Sekiro la situazione cambia radicalmente a causa del grandissimo cambio di rotta che FromSoftware ha deciso di adottare per questo titolo a livello narrativo. Anche qui comunque per capire alcune cose bisogna leggere la descrizione degli oggetti e delle armi, ma la maggior parte delle cose stavolta vengono dette direttamente dato che ci sono dei veri e propri dialoghi fra il protagonista ed i personaggi che lo circondano (amici o nemici). Un altro dettaglio che dà un peso alla narrazione è che il tuo personaggio qui non puoi personalizzarlo ma ha un aspetto predefinito, questo a causa del fatto che non è un personaggio anonimo come nei precedenti casi, ma ha un nome ed un passato ben definito, come da un bambino raccolto dalla strada diventeremo uno shinobi, ovviamente poi saremo noi in base a quello che faremo a deciderne il futuro, visto che come ben sappiamo ognuno dei giochi di FromSoftware ha più finali, che cambieranno in base a ciò che faremo durante il gioco.

E questo è tutto per oggi, spero che l’analisi delle narrative dei giochi FromSoftware sia stata interessante, noi vi ricordiamo che se volete rimanere aggiornati sul mondo dei videogiochi oppure cercare altre rubriche interessanti restate qui su MonkeyBit.it.

 

El Camino

What's your reaction?

Post a Comment